comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 16° 
Domani 14°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 10 aprile 2020
corriere tv
Occhiali appannati con la mascherina? Ecco come evitare il problema

Lavoro domenica 04 giugno 2017 ore 09:00

Piombino, Terni e Taranto, quale patto d'acciaio

Foto di archivio

E' firmata dall'Unione Sindacale di Base la nota in cui si lancia l'appello alla rinazionalizzazione per il futuro dei tre poli siderurgici



PIOMBINO — Nazionalizzazione, è questa l'idea dei sindacati di base Rsa Usb dell'Ast Terni che uniscono sotto la stessa sorte Piombino, Terni e Taranto. 

"l capitalismo finanziario – si legge in una nota, riportata sul quotidiano La Nazione – non è un sistema fatto da capitani coraggiosi, è evidente che dietro la manovra messa in campo da Arcelor-Mittal per Taranto c’è un disegno speculativo che mette al centro la natura finanziaria dell’operazione e l’interesse verso l’area portuale. Nessuna strategia di mercato, nessun interesse per le produzioni e per i lavoratori, solo la crescita dei profitti. Così, come sta succedendo a Piombino con Aferpi – hanno aggiunto – anche Taranto rischia, se non la chiusura, un pesante ridimensionamento ed anche a Terni ci si sta preparando per una nuova vertenza. Pertanto i sindacati e la politica, a livello nazionale, devono iniziare una battaglia che abbia come obiettivo strategico la rinazionalizzazione dell’intero settore. Questo Stato, aiutato dai piccoli produttori di acciaio italiani, sta cercando di svendere e chiudere la grande siderurgia di base, dobbiamo impedirlo".

Il sindacato si base sta intavolando un discorso per un'unica lotta con le realtà di Terni, Piombino e Taranto.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Attualità