Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:10 METEO:PIOMBINO18°24°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 17 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Zelensky collegato a sorpresa alla cerimonia di apertura del Festival Cannes

Attualità giovedì 14 luglio 2016 ore 16:44

Troppi incendi, ecco le regole da rispettare

Vi sono delle norme ben precise da rispettare per evitare che semplici azioni possano far danno. Dal 1 luglio al 31 agosto massima attenzione



SAN VINCENZO — La Regione Toscana ha pubblicato le norme per l’accensione di fuochi nel periodo estivo per far fronte al rischio di incendi.

In questo periodo è consentita esclusivamente l’accensione di fuochi per la cottura di cibi in bracieri e barbecue situati in abitazioni o pertinenze, nelle aree attrezzate, nel rispetto delle prescrizioni, oppure l’accensione di fuochi per esigenze personali in zone che siano ad oltre 50 metri dai boschi.

Non è consentita, invece, l’accensione di fuochi per esigenze personali nei boschi e nella fascia di 50 metri dai boschi; è vietato bruciare residui vegetali nei boschi, nei castagneti, nella fascia di 50 metri dai boschi e ad oltre 50 metri dai boschi.

In deroga a tali regole il Comune di San Vincenzo fa sapere che si potranno autorizzare o meno lo svolgimento di manifestazioni che prevedano l’uso di fuochi anche pirotecnici e l’attività in campeggi anche temporanei. Le autorizzazioni dovranno comunque contenere le necessarie prescrizioni e precauzioni al fine di evitare rischi di incendio.

La mancata osservanza dei divieti comporta l’applicazione delle sanzioni previste dalle vigenti disposizioni in materia. Nei periodi a rischio, nel bosco e aree assimilate dei Comuni a rischio particolarmente elevato per lo sviluppo di incendi boschivi, viene applicata una sanzione di 2.066,00 euro mentre nel bosco e in aree assimilate dei Comuni a rischio non particolarmente elevato la sanzione è di 240,00 euro. Nei periodi non a rischio, ovunque, viene applicata una sanzione di 120,00 euro.

Per chi in genere brucia i residui lignei provenienti da tagli boschivi, interventi colturali, fitosanitari, residui di potatura e ripulitura, questo deve essere fatto entro i 250 metri dal luogo di produzione ed essere effettuato in piccoli cumuli non superiori a 3 metri stesi per ettaro al giorno. Il mancato rispetto farà scattare la sanzione mediante denuncia all'Autorità giudiziaria.

Per evitare che si possano originare dei veri e propri incendi si consiglia di non bruciare residui vegetali in caso di vento o in periodi ad altro rischio incendio; per chi fa un picnic è vietato accendere fuochi in luoghi differenti dalle apposite aree attrezzate, non abbandonare rifiuti nel bosco e non gettare mozziconi di sigaretta dall'auto.

Si ricorda, infine, che sono attivi i numeri per segnalare i principi d'incendio: 800425425 della Regione, il 1515 del Corpo forestale e 115 dei vigili del fuoco.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
In pochi giorni raccolti quasi duemila euro grazie alla raccolta fondi avviati dagli amici del ragazzo dopo i traumi riportati nell'incidente
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Sport

Attualità