Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:15 METEO:PIOMBINO25°27°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 12 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quando Calenda diceva: «Non farò politica con Renzi, l'ho detto 6 mila volte. Mi fa orrore»

Politica lunedì 25 novembre 2019 ore 19:55

Variante Rimateria, "atto di propaganda inutile"

Callaioli spiega il suo no alla variante Rimateria: "Si sceglie di prendere in giro i piombinesi col miraggio di un parco pubblico inattuabile"



PIOMBINO — La variante urbanistica Rimateria è stata approvata in Consiglio comunale con i soli voti della maggioranza. Se i consiglieri Pd e Con Anna per Piombino sono usciti dalla sala consiliare e quelli del Movimento 5 Stelle si sono astenuti, il consigliere Fabrizio Callaioli di Rifondazione Comunista ha votato convintamente contro (leggi qui l'articolo correlato)

"Votiamo no a questo atto di propaganda inutile e basta. Votiamo no ad una variante scritta a meno di un mese dalla scadenza del bando, portata ad un consiglio comunale fatto a due giorni dalla fine di tutto. - ha commentato - Perché si è aspettato tutto questo tempo? Cosa aspettava l’amministrazione? Che non si potesse più fare nulla? Che non si pestasse i piedi a qualcuno? Perché nella variante viene inserita la Tap e si lascia fuori Wecologistic? Così da smantellare quel che resta del pubblico (e bloccare il piano folle delle cave di Campiglia) e far lavorare in regime di monopolio un privato? Perché non si è seguito l’unica strada seria e possibile dei controlli e carotaggi? Sarebbe stata l’unica possibilità per ripubblicizzare quella discarica e poter avere democraticamente il diritto di scegliere di quell’area. Perché ricordiamoci che un’azienda in un territorio sopravvive soltanto se i cittadini e l’amministrazione sono disposti ad accettarla".

"Invece si sceglie di prendere in giro i piombinesi col miraggio di un parco pubblico inattuabile, perché non si ha né la forza né la volontà di opporsi realmente a questo disegno che è: Piombino città dei rifiuti. - e ha concluso - La propaganda forse rende più della coerenza, ma questa città ha pagato molto, troppo in termini di inquinamento e salute ed è arrivato il momento di finirla coi giochetti e il rimpallo delle accuse. Non facciamoci fregare dalla storiellina della variante: no al raddoppio, sì alla ripubblicizzazione".

Per il sindaco Francesco Ferrari, invece, questo passo rappresenta un nuovo slancio per ripensare il futuro di Piombino.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L’analisi al microscopio, effettuata dagli operatori del Settore Mare di Piombino, ha permesso di individuare la causa di questa anomala colorazione
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

RIGASSIFICATORE