Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:21 METEO:PIOMBINO19°24°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 07 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
La finlandese Sanna Marin: «La via d'uscita dalla guerra? È una sola»

Lavoro sabato 06 aprile 2019 ore 17:06

Variante treno rotaie, le richieste dei sindacati

Per Fim, Fiom e Uilm "da fare tutto ciò che è possibile". Cauti dal Camping Cig che vogliono "capire qual è il progetto industriale complessivo"



PIOMBINO — Le organizzazioni sindacali Fim, Fiom e Uilm provinciali hanno espresso soddisfazione nell’apprendere che in questi giorni si è tenuto un primo incontro promosso dalla Regione Toscana alla presenza dell’Amministrazione Comunale e l’Azienda Aferpi per la definizione di un Accordo di Programma di valenza regionale. Uno strumento, hanno spiegato, che permetterà di accelerare il percorso per consentire all'azienda di proseguire con gli investimenti per il treno rotaie.

"A tale proposito, consapevoli che nel procedimento non hanno ruolo attivo le parti private o sociali, così com’è stata sentita comprensibilmente l’azienda, si deve ritenere opportuno siano sentite anche le organizzazioni sindacali Fim, Fiom e Uilm che rappresentano complessivamente il 90 per cento della popolazione dello stabilimento siderurgico. - hanno riferito in una nota - In questo senso abbiamo inviato il 4 aprile una richiesta di incontro rivolta al presidente Enrico Rossi. Nell’incontro che sollecitiamo sosterremo che si faccia tutto ciò che amministrativamente è possibile per accelerare e consolidare l’investimento annunciato dall’azienda sulla tempra della rotaia, anche per togliere ogni alibi un minuto dopo per l’effettiva cantierizzazione".

Per i sindacati l'occasione del nuovo Accordo potrebbe essere anche un'opportunità per intavolare il discorso degli smantellamenti e delle demolizioni. "Infine - hanno aggiunto in una nota - rinnoveremo la richiesta all’Amministrazione regionale, di predisporre di concerto con le istituzioni locali bandi specifici di lavori socialmente utili, richiesta già avanzata dalle organizzazioni sindacali direttamente al presidente Enrico Rossi il 6 Novembre 2018".

Di questo se ne stanno occupando anche i lavoratori del Coordinamento Art.1 - Camping Cig che, presenteranno una proposta di sperimentazione. Intanto sempre dal coordinamento si chiede la convocazione di appositi incontri che coinvolgano lavoratori e cittadinanza per fare il punto su Aferpi-Jsw e l'investimento per il treno rotaie. "Bisogna discutere e capire qual è il progetto industriale complessivo, evitando di subirlo passivamente un pezzo alla volta, giacché non è rinviabile la questione di fondo: l'Azienda ha intenzione di colare acciaio? Quando e quanti lavoratori torneranno in fabbrica? Se si faranno, dove saranno collocati i forni elettrici, i quali secondo noi vanno comunque installati lontano dalla città?". Oltre a queste domande, urge ottenere lo studio di fattibilità del primo forno elettrico, rispetto alla scadenza prevista di fine 2019.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Guardia di Finanza ha posto la lente sulle attività di tutta la provincia dall’Elba a Livorno, passando per Piombino, Castiglioncello e Cecina
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

RIGASSIFICATORE

Attualità

Cultura

RIGASSIFICATORE