Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:12 METEO:PIOMBINO24°34°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 24 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Tennis, parte la canzone «Pedro» e Kotov non riesce a resistere
Tennis, parte la canzone «Pedro» e Kotov non riesce a resistere

Politica domenica 04 febbraio 2024 ore 12:34

“Per stadio Magona restare con i piedi per terra”

Giuliano Parodi

Focus sullo stadio Magona durante l’incontro dedicato alla Pianificazione Urbanistica dalla lista Progetto Piombino



PIOMBINO — Lunedì 5 Febbraio alle ore 21 nella sede della lista civica Progetto Piombino in via del Fosso 20 si svolge il primo incontro aperto alla cittadinanza dedicato agli strumenti urbanistici e allo sviluppo del territorio.

“L’urbanistica è un argomento spesso percepito come troppo tecnico ma abbiamo deciso di iniziare il nostro ciclo di incontri proprio da questo argomento perché siamo convinti che sia indispensabile condividere con i cittadini le informazioni essenziali per comprendere meglio le regole che ci circondano e restare con i piedi per terra di fronte ad annunci roboanti che si risolvono spesso in un niente di fatto”, ha spiegato Giuliano Parodi per Progetto Piombino.

Esempio ne è la recente discussione intorno ad un potenziale finanziamento di 4 milioni di euro del Fondo Sviluppo e Coesione assegnati dallo Stato alla Regione Toscana e che potrebbero essere utilizzati per un intervento sullo Stadio Magona.

“La suggestione che certi annunci porta con sé è inequivocabile - ha commentato Giuliano Parodi – ed infatti è partita la corsa ad intestarsi i meriti di tale stanziamento. A fronte di unanarrazione che indubbiamente affascina la platea è però necessario avere ben presenti gli strumenti urbanistici in atto, perché la progettazione dello stadio Magona deve seguire rigidamente i dettami della scheda di trasformazione dell’area concepita oltre 10 anni fa, e nessuna variante è possibile, in quanto lo strumento è scaduto. Al momento infatti, in assenza di piano attuativo e con lo strumento urbanistico scaduto, il regolamento prevede che, per gli interventi previsti sulle aree del Magona già di proprietà pubblica, non sono assoggettati a decadenza quinquennale, mentre per gli immobili ricadenti in aree di proprietà privata la disciplina prevede la totale inedificabilità dell’area e la sola manutenzione straordinaria dei manufatti e fabbricati esistenti, senza mutamenti di destinazione d’uso. - ha spiegato - Si capisce bene che questo limita fortemente la possibilità di azione, andando a progettare solo una porzione dell’intera area critica individuata dal Piano Strutturale. L’area di trasformazione dello stadio Magona è contemplata nel DOSSIER F (AT05), che ne indica i parametri di intervento: l’area, di proprietà mista pubblico-privata, comprende il complesso sportivo dello storico stadio Magona e le aree contigue”.

Insomma, in base a quanto spiegato da Parodi sarebbero possibili solo i seguenti interventi: adeguamento funzionale e ristrutturazione dello stadio comunale, da integrare con ulteriori impianti sportivi, attualmente collocati in altri immobili nel centro urbano come palestre per pugilistica ed arti marziali; adeguamento funzionale e riqualificazione dell’area del circolo tennistico Magona; sostituzione dell’edificio artigianale esistente o in alternativa riconversione dello stesso per funzioni sportive e/o ludico ricreative mediante interventi di ristrutturazione edilizia.

“Un buon amministratore deve dare le corrette informazioni ai cittadini e non stuzzicare la fantasia dell’elettorato che viene sistematicamente deluso dalla distanza tra la narrazione e la realtà per nascondersi infine dietro l'alibi del fato avverso che avvolge Piombino. - ha concluso - Lo scopo del ciclo di incontri che si svolgeranno a febbraio nella sede di Progetto Piombino è proprio quello di fornire alla cittadinanza gli anticorpi essenziali per riconoscere le narrazioni fantasiose e collocare le promesse politiche all’interno del contesto di regole e strumenti amministrativi”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Era una persona molto conosciuta ed era stato dipendente del Comune di San Vincenzo. Il cordoglio dall'amministrazione comunale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Pierantonio Pardi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Attualità

Cronaca

Attualità