QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 21°22° 
Domani 20°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 15 giugno 2019

Attualità giovedì 27 ottobre 2016 ore 16:00

Ecco come rinascono le Case Cantoniere

Un momento dell'incontro

Per aggiudicarsi la struttura a Santa Costanza serve un modello innovativo di gestione che sviluppa attività di networking e valorizza il territorio



SAN VINCENZO — Turismo, cultura, accoglienza, ristorazione, ospitalità, saranno le nuove caratteristiche delle Case Cantoniere Anas inserite nel progetto pilota di valorizzazione per creare nuove opportunità imprenditoriali nel settore turistico ricettivo. Questa potrebbe essere la sorte di quella che si trova a San Vincenzo in località Santa Costanza.

“È questo uno dei principali obiettivi del progetto che punta a riqualificare il patrimonio storico-culturale delle case cantoniere di Anas, creando al contempo occupazione, nuova imprenditoria e sviluppo per il territorio”, ha ricordato Claudio Arcovito per conto di Anas in occasione del workshop che si è svolto oggi a San Vincenzo per illustrare il bando di gara delle prime 30 case (leggi gli articoli correlati).

Ai fini dell’aggiudicazione conterà la capacità di sviluppare un progetto economicamente sostenibile e coerente con le finalità del modello proposto da Anas. La ristrutturazione delle Case Cantoniere sarà a carico di Anas, mentre il concessionario corrisponderà un canone di concessione la cui base d’asta è compresa tra i 1.500 e i 1.800 euro al mese, oltre ad un contributo variabile in funzione del fatturato generato dall’attività imprenditoriale. La concessione durerà 10 anni. Per vincere il bando serve una buona offerta, un progetto originale, sostenibile economicamente e capace di promuovere le eccellenze del territorio.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Politica

Attualità

Cronaca