Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:24 METEO:PIOMBINO19°21°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
martedì 27 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Di Battista: «Di Maio?Mi dispiace, ma chi è causa del suo mal... Ora si prenda una laurea»

Politica mercoledì 26 luglio 2017 ore 14:36

"Non danno risposte, cercano solo scuse"

Così Assemblea Sanvincenzina in risposta alla nota dell'Amministrazione con la quale è intervenuta per chiarire alcuni passaggi sul parco acquatico



SAN VINCENZO — Alla lista civica Assemblea Sanvincenzina c’è qualcosa che non torna nella replica dell’Amministrazione sulla questione parco acquatico. Così, hanno detto in una nota di risposta, “l'Amministrazione confessa pubblicamente la totale mancanza di pianificazione, lasciata fare al privato”.

“Con ‘la posizione al principio poteva sembrare quella più giusta ma, subito dopo il ripascimento effettuato in quel sito, è venuta a mancare la profondità per garantire la sicurezza degli avventori del parco’ (motivazione data dall’Amministrazione, ndr) si vuole davvero prendere in giro cittadini e imprenditori? Con questa frase si ammette pubblicamente l'errore visto che, già 6 mesi prima, era stata certificata un'insufficiente profondità nella delibera di Giunta Comunale 12/2017 approvata da sindaco e giunta il 31 gennaio 2017, ben prima delle delibere 133 del 30 maggio 2017 poi annullata. E' sconcertante poi la sicurezza che percepiamo nell'imprenditore che pare muoversi, sui giornali ma non solo, con la sicurezza di chi sembra abbia già in tasca la concessione, tanto da richiedere, preventivamente alla delibera di giunta 133, il parere alla Soprintendenza necessario invece solo dopo l'aggiudicazione del bando. Un vizio di forma non da poco che crediamo abbia contribuito al ritiro della prima delibera”.

Per quanto riguarda il bando per la concessione, il gruppo consiliare d’opposizione fa sapere che “non è ancora pronto”. Apice questo di una serie di questioni, secondo la lista, ancora da chiarire: i parcheggi, l’istallazione della torretta e la gestione dei bagni. Quest’ultimo punto a particolarmente indignato la lista che ha sottolineato come “in un paese civile un servizio del genere dovrebbe essere garantito a prescindere da progetti ideati, pianificati e gestiti da privati”.

“Nella nota, l'Amministrazione, non da risposte, cerca solo scuse. – hanno concluso - La cecità dimostrata fa credere che sindaco e giunta non siano mossi da visione di futuro del paese ma solamente da input di imprenditori che, legittimamente ma non mossi da interesse pubblico, chiedono e ottengono quanto proposto”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ecco dove sono rimasti i 'baluardi rossi' dopo le politiche 2022, con il centrodestra trainato da Fratelli d'Italia vittorioso in Italia e in Toscana
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Politica

Politica