comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 13°21° 
Domani 13°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 30 maggio 2020
corriere tv
Il video di Zerocalcare sugli infermieri precari e sottopagati

Politica lunedì 18 maggio 2020 ore 11:10

"Grave incolpare Arpat per i campionamenti"

Una spiaggia (Foto di repertorio)

La lettera dei sindacati ad Arpat non convince San Vincenzo Futura e Movimento 5 Stelle Piombino. "Inizi seria lotta agli scarichi abusivi"



SAN VINCENZO — La lettera dei sindaci di San Vincenzo e Piombino con la quale contestavano l'operato di Arpat che ha effettuato i campionamenti in mare all'indomani di un temporale è stata ritenuta da alcuni fuori luogo. A sottolineato ufficialmente sono i consiglieri di San Vincenzo Futura e il Movimento 5 Stelle a Piombino (leggi qui la lettera dei sindaci).

"A lasciarci veramente perplessi, come cittadini prima che consiglieri, è la lettera che il sindaco Bandini ha inoltrato ad Arpat qualche giorno fa a seguito delle analisi che hanno fatto scattare il divieto di balneazione. Reputiamo molto grave imputare un potenziale danno economico a chi, come Arpat attraverso le proprie analisi, segnala criticità per la salute delle persone. - ha commentato San Vincenzo Futura - Dalla lettera pare emergere che l'amministrazione presupponga che lo sversamento in mare sia fisiologico quando piove, il che vorrebbe dire che si accetta supinamente che ci sia un danno alla salute ad ogni evento atmosferico. Chiariamo ancora una volta che se si è costretti ad emettere ordinanze di divieto di balneazione non è né perché piove forte, né perché Arpat fa il proprio lavoro, ma casomai perché l'amministrazione Bandini ad oggi, proclami a parte, non è riuscita ad andare fino in fondo nel risolvere il problema degli scarichi a San Vincenzo. L'amministrazione ha speso 4 anni senza risolvere molto in merito agli sversamenti di liquami a mare, chiediamo al sindaco che con lo stesso fervore con cui attacca Arpat faccia seria lotta agli scarichi abusivi, alla difesa del nostro mare e della nostra costa, che mai era stata cosi tanto massacrata da scelte politiche da quando è stato eletto".

Simili toni riservati dal Movimento 5 Stelle al sindaco Ferrari a Piombino. "I risultati dei campionamenti delle acque in quelle zone non sono certo un elemento di novità, né per il comune di San Vincenzo, né per il comune di Piombino. - hanno commentato i pentastellati - E i sindaci come hanno risposto a queste comunicazioni di Arpat? Anziché preoccuparsi di intervenire principalmente per risolvere l’origine di questi annosi problemi che si verificano ogni anno e sempre nelle stesse zone, si indignano con Arpat per aver effettuato i campionamenti nei giorni seguenti ad eventi metereologici avversi. E curioso - hanno ricordato - come nel 2017, l’assessore Chiarei, giunta Giuliani, rispose nel medesimo modo ad una nostra interrogazione in consiglio comunale avente ad oggetto proprio i rilievi di Goletta Verde effettuati a Salivoli, in cui anche in quell’occasione si incolpava la pioggia per i problemi di inquinamento rilevati".

Insomma, in entrambe le circostanze ci troviamo di fronte a situazioni annose, che si ripetono di anno in anno che per i due gruppi consiliari dovrebbero essere risolte anziché incolpare Arpat.

"Ancora più sconcertante è leggere che i sindaci ritengono addirittura 'inopportune, se non persecutorie' le analisi effettuate in quei giorni: quindi la soluzione è chiudere un occhio, anzi due? Con queste parole si cerca di incolpare Arpat, che è l’ente preposto ad effettuare i controlli e svolge il proprio lavoro di monitoraggio ambientale nella tutela della salute dei cittadini, piuttosto che assumersi la responsabilità, come amministratori locali, di non aver ancora risolto questa ormai nota criticità nei tratti di costa incriminati", ha concluso il M5s. 



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Attualità