Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO14°17°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 06 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Omicidio Cerciello, la vedova in lacrime: «Questa sentenza non mi riporterà Mario»

Attualità mercoledì 16 settembre 2015 ore 15:42

Si studia il tracciato della ciclopista tirrenica

​Ciclopista tirrenica. Primo incontro in saletta rossa con istituzioni, associazioni, operatori balneari e commerciali.



PIOMBINO — Un'idea dal forte appeal turistico, sociale e culturale quello di una ciclopista tirrenica, un progetto transfrontaliero che vede la partecipazione di regione Toscana, come ente capofila, con regione Sardegna, Corsica e Provenza.

A livello regionale consiste nella creazione di un itinerario ciclabile (e in diversi tratti ciclopedonale) attraverso località di valore ambientale (Parchi di Migliarino – San Rossore, della Maremma, della Val di Cornia, del Lago di Porta), paesaggistico (lago di Massaciuccoli, costa livornese, golfi da Baratti e Follonica, lagune di Orbetello e Argentario), culturale (città e monumenti storici e architettonici, siti etruschi) e turistico (Versilia, Costa degli Etruschi, Costa Grossetana) prevedendo anche la realizzazione di servizi e strutture dedicate.

Per dare seguito a questo percorso e individuare un itinerario ciclabile per il comune di Piombino che parta dal confine del Comune di San Vincenzo sino ad arrivare a quello del Comune di Follonica si è svolta ieri in saletta rossa una riunione, indetta dall'assessore alla mobilità Claudio Capuano.

Alla riunione hanno partecipato Angela Galeazzi, comandante della polizia municipale, Luca Sbrilli e Massimo Bellucci per la società Parchi Val di Cornia, oltre a rappresentanti di ACT (Associazione comuni toscani) Cna, UISP, #SalvaCilisti, Biking Piombino, Permare S.r.l., Villaggio Orizzonte e DLA Associati.

L'obiettivo di questo primo incontro è stato quello di coinvolgere le istituzioni, gli operatori turistici del territorio e il mondo del commercio in un percorso che porti a breve a individuare un itinerario ciclabile e la sua necessità di misurarne i servizi offerti.

Nel darvi corso l'assessore Capuano ha sottolineato la volontà di arrivare a suggerire un itinerario alla Regione, rispondendo alle sollecitazioni pervenute dalla stessa nei precedenti contatti iniziati a maggio e proseguiti nei mesi estivi. Una ciclopista che l'assessore ha immaginato divisa in tre zone di intervento: Baratti, Piombino Città e la Costa Est.

Nella riunione si è registrata la comune volontà dei partecipanti a proseguire questo percorso, mettendo in campo le professionalità e suggerimenti utili a rendere ottimale il risultato finale.

Saranno a breve predisposti dei tavoli di lavoro che riguarderanno il tracciato della ciclopista, di cui si occuperanno i tecnici di Parchi Val di Cornia e dei Lavori pubblici, la parte commerciale e turistico ricettiva, e quella dei rapporti istituzionali con gli altri comuni della Val di Cornia, di cui si occuperà l'ACT.

I gruppi di lavoro lavoreranno in sinergia perchè il risultato sia in grado di raccordare le istanze degli operatori balneari, i commercianti e i consumatori finali.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dall'inizio della pandemia sono stati registrati 140 casi di positività al Covid-19, 121 le persone guarite e 2 quelle decedute
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Attualità

Attualità