QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 14°15° 
Domani 14°16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 08 dicembre 2019

Attualità lunedì 16 marzo 2015 ore 17:46

​"Sia ​chiaro,non vogliamo cementificare la costa"

Mercoledì la presentazione a rappresentanti di classe, responsabili di plesso e pediatri del Pit, il piano del paesaggio. Soffritti difende i sindaci



CAMPIGLIA — Il sindaco di Campiglia Rossana Soffritti torna a chiarire la posizione sull’emendamento al Pit toscano e dice: “Sembrava che fossero state chiarite le posizioni di questo territorio nel merito della possibilità di prevedere nuovi insediamenti turistici sulla costa ma, evidentemente c'è ancora bisogno di ripetere alcuni concetti e specificare meglio le questioni di dettaglio.

I Sindaci non vogliono nuove costruzioni sulla costa, non vogliono "cementificare", ribadiscono quello già previsto negli strumenti vigenti in cui non è consentito realizzare nuove piattaforme. Per qualificazione s’intende solamente ristrutturare o rispondere a esigenze di dotazione di servizi per migliorare l'accoglienza al turista.

I sindaci Pd sono intervenuti sulla stampa congiuntamente perché condividono gli stessi indirizzi politici. Le affermazioni delle liste civiche apparse sulla stampa dimostrano tra l’altro la scarsa conoscenza della realtà, perché l’ufficio urbanistica comprensoriale è sempre stato composto da tutti i Comuni della Val di Cornia compresi Sassetta e San Vincenzo. 

Suvereto ha scelto solo oggi in autonomia una strada diversa. Nel futuro delle pianificazioni che spettano ai Comuni, e che dovranno al più presto affrontare una rinnovata stagione di unitarietà nel solco della nostra tradizione, Campiglia porterà questo contributo alla discussione di area, pur, ovviamente non avendo territorio sul mare.

Al nostro territorio spetterà il compito di rendere sempre più competitiva a livello turistico questa zona puntando sulla qualità e non sulla quantità, utilizzando il patrimonio che abbiamo per renderlo adatto alle esigenze moderne, tutelando il patrimonio paesaggistico e ambientale come sempre abbiamo fatto con le modalità che ci contraddistinguono da decenni”.



Tag

Calenda in tv: «Quando Renzi era premier, noi ministri lo prendevamo in giro»

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Spettacoli

Lavoro