Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:27 METEO:PIOMBINO11°15°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 28 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Devastanti incendi in Texas: chiuso l’impianto di armi nucleari vicino ad Amarillo

Attualità venerdì 13 gennaio 2023 ore 07:00

"Così la sindaca si smarca da ogni responsabilità"

Foto di repertorio

Per Uniamo Suvereto la sindaca ha peccato di mancata progettazione per far fronte all'incognita sul futuro della Bottega della salute



SUVERETO — "Con tono non propriamente istituzionale la sindaca Pasquini si è ancora una volta smarcata da ogni responsabilità dinanzi a legittime rimostranze sulla carenza di servizi sanitari essenziali a Suvereto". 

Così l'associazione Uniamo Suvereto ha replicato alla sindaca Jessica Pasquini a proposito di Bottega della Salute e Zerocode (leggi qui l'articolo collegato).

"Un quadro disarmante agli occhi dei cittadini, che al loro fianco con forza e decisione dovrebbero avere in primo luogo il sindaco per perseguire tenacemente l’obiettivo quantomeno di garantire quel che resta dei servizi socio-sanitari esistenti, in primo luogo spendendosi per prevenire per tempo la loro interruzione, con adeguata programmazione ed attingendo a tutte le opportunità possibili. - ha proseguito l'associazione - Nessuna spiegazione ha fornito in ordine a quanto compiuto, richiesto e progettato nei mesi precedenti per poter usufruire di altre progettualità. Pensiamo alla possibilità che il Comune avrebbe potuto di usufruire della collaborazione di Anci, quale ente accreditato per il Servizio Civile Universale e Regionale, nel supporto ai Comuni nella presentazione e gestione di progetti a sostegno di servizi comunali in vari ambiti, ivi compresi quelli forniti dalla Bottega della salute, laddove fossero stati presentati progetti nei termini previsti. Sarebbe forse opportuno attivarsi ora per avere un piano B per le annualità successive".

"Pienamente convinti del nostro agire costruttivo nell'unico interesse della tutela dei cittadini, certe espressioni poi quali 'speculare sulla pelle dei cittadini' oltre che ritenerle veramente poco appropriate per un Sindaco, le respingiamo al mittente. Prendiamo atto - ha concluso - che la sindaca Pasquini ritiene in piena coscienza di aver perseguito tutte le strade possibili, ma vorremmo contezza concreta delle azioni, delle richieste documentate che ha avanzato nel tempo, perché di parole ne abbiamo sentite tante, sin dal tempo in cui veniva sollecitata sul nuovo distretto sanitario ed anche in quel caso si affrettava a dare la colpa, quella che nessuno vuole, alla Regione, salvo poi apprendere dalla minoranza, che lei definisce disattenta, che la Regione aveva già inserito il progetto nel piano delle opere finanziabili e che era il Comune a dover adeguare i propri strumenti urbanistici. Cosa che successivamente l’Amministrazione ha per fortuna fatto, annunciandolo trionfalmente dimenticando la pregressa inerzia, ma anche questo è un modus operandi ormai noto".

"Sull’attivazione poi dello Zerocode, la nostra sollecitazione in ordine alla sua attivazione faceva espresso riferimento a chi ha la possibilità di utilizzare i mezzi informatici e che in virtù della riduzione degli orari di apertura del distretto ed ora di chiusura della Bottega della Salute potrebbe sopperire usufruendo di tale servizio. Per i cittadini più fragili e che non hanno accesso ai mezzi digitali, il fatto che il sistema Zerocode sia purtroppo sostitutivo e non integrativo non tranquillizza affatto ed allora, se è vero che su certe questioni la sindaca non ha mai perso tempo, anziché accettare passivamente questo passaggio occorrerà lavorare perché in riferimento a realtà territoriali come le nostre siano approntati i necessari correttivi", hanno concluso dall'associazione.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno