comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 22°26° 
Domani 22°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
lunedì 13 luglio 2020
corriere tv
Roma, monopattini mania, arrivano gli steward in pettorina rossa: «Mai in due»

Politica lunedì 29 giugno 2020 ore 09:50

"Il Pd cerca la polemica a tutti i costi"

Assemblea Popolare Suvereto

Per il Pd ritorno al Principato di Piombino. Assemblea Popolare Suvereto: "Loro sì che hanno un principe a cui obbedire sempre e comunque: il partito"



SUVERETO — "Il Partito Democratico cerca la polemica a tutti i costi parlando a vanvera di destra e sinistra", così ha esordito Assemblea Popolare replicando alle esternazioni del Circolo Pd Norma Parenti che vedrebbero l'Amministrazione di Suvereto succube delle decisioni dell'Amministrazione di Piombino (leggi qui l'articolo collegato).

"Tirano in ballo il principato di Piombino, un piccolo stato esistito per secoli e rispettoso delle singole comunità che lo componevano, evidentemente senza conoscerne la storia. Ma questo gli può essere perdonato. Ciò che invece non può perdonarsi al Pd locale - hanno aggiunto da Assemblea Popolare - è la totale e forse voluta ignoranza delle cose recenti. Ma come? Accusano di subalternità chi, come Assemblea Popolare, ha difeso il Comune proprio da loro che lo volevano vendere per trenta denari, una scelta presa nella federazione Pd di Piombino e imposta a Suvereto per fortuna rigettata dai cittadini. Parlano di perdita di autonomia proprio loro che volevano cancellare il comune, loro che hanno sempre subordinato le scelte comunali alla linea del partito piuttosto che ai bisogni dei cittadini e del territorio. Loro che si sono fatti imporre perfino la candidata a sindaco nelle ultime elezioni: non scelta dai suveretani, ma dalla Federazione piombinese".

"Ci vuole una bella faccia tosta. - hanno proseguito - Ma non è solo per ignoranza, è che confondono come al solito la politica e gli interessi di partito con le istituzioni. È anche per questo che gli elettori non l’hanno scelti per la seconda volta a rappresentare il Comune. Per Assemblea Popolare e per la sua amministrazione i rapporti tra i comuni sono improntati alla normale dialettica istituzionale e al rapporto tra autonomia e sovracomunalità che proprio il Pd ha dimenticato, come dimostra anche il silenzio assordante sulla sottrazione del Parco di Rimigliano alla Società dei Parchi. Per noi Campiglia, Piombino, San Vincenzo e Sassetta pari sono, dialoghiamo con tutti mossi dall’interesse comune, non da interessi di parte. Loro, invece, sì che hanno un principe a cui obbedire sempre e comunque: il partito, mentre per noi l’unico riferimento è quello dei cittadini e dei loro bisogni, nel rispetto dei valori democratici che caratterizzano il nostro Comune".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Sport