Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:41 METEO:PIOMBINO10°13°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 28 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quirinale, Letta: «Centrodestra ha tentato di dividerci, ho sbagliato a fidarmi»

Attualità venerdì 07 agosto 2020 ore 16:40

"Quali piani per i distretti sanitari"

Foto di repertorio

I sindaci di Suvereto e Monteverdi: "Dalla conclusione del lockdown del 18 Maggio non siamo ancora tornati ai già deboli livelli di servizi pre-covid"



SUVERETO — I sindaci di Suvereto e Monteverdi in una lettera chiedono risposte alla Asl su servizi e investimenti. 

I sindaci Jessica Pasquini, sindaca di Suvereto, e Francesco Govi, sindaco di Monteverdi, hanno ribadito l'importanza dei servizi essenziali per i piccoli comuni al fine di contrastare lo spopolamento e incentivare l'afflusso turistico.

"La pandemia inoltre ci ha insegnato una volta di più il valore delle piccole realtà, dove lo stile di vita ha sfavorito la diffusione massiccia del contagio. - hanno aggiunto - Contrariamente a tutto questo, si continua a registrare invece un continuo depotenziamento dei servizi essenziali quali quelli socio-sanitari con riduzione delle prestazioni erogate, riduzione degli orari di apertura al pubblico, situazione aggravata dalle norme anti-covid, anche senza nessuna previsione di investimento né ammodernamento sui distretti".

“Dalla conclusione del lockdown del 18 Maggio – hanno segnalato i primi cittadini – non siamo ancora tornati ai già deboli livelli di servizi pre-covid, né le risposte fornite sono sufficienti a garantire i cittadini dei nostri comuni, con una popolazione in larga parte anziana che non ha le possibilità di accesso alla rete di servizi informatici che comunque non sono adeguatamente comunicati e spiegati”.

"E’ giusto e corretto investire negli ospedali, ma dimenticarsi della rete di servizi sul territorio che sono un filtro per l’accesso ai presidi ospedalieri e un sistema di prevenzione attiva rischia di far collassare tutto il sistema. Chiediamo alla direzione Asl di metterci a conoscenza di quali siano i piani sui distretti socio sanitari di prossimità, in particolar modo dei nostri comuni, perché i cittadini delle realtà più piccole devono avere gli stessi diritti e strutture adeguate. Siamo ovviamente disponibili ad un confronto su questo argomento, ma le nostre comunità meritano risposte".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
In Toscana i nuovi casi registrati sono 10.535 su 65.769 test. Ecco la mappa dei contagi tra Bassa Val di Cecina e Val di Cornia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità