QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 23°26° 
Domani 22°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 15 settembre 2019

Elezioni venerdì 05 aprile 2019 ore 08:44

Il Pd boccia Pasquini, "Suvereto può rinascere"

Foto di repertorio

Il Partito Democratico spinge per la candidatura a sindaco di Cristina Solignani, bocciando il percorso di Assemblea Popolare



SUVERETO — "A Suvereto è iniziata la campagna elettorale per le consultazioni comunali del 26 maggio e, come già avvenuto cinque anni or sono, i soliti populisti si sono scatenati con voci infondate e notizie inventate, ricche di fantasia, che spesso trovano spazio soprattutto sui social. Siamo alle solite! - hanno commentato dal Partito Democratico di Suvereto - Denigrare l’avversario, anzi il nemico, è considerata l’unica arma per annientarlo a tutti i costi. Del resto, ci siamo abituati, essendo stata questa la politica tenuta dall’attuale Amministrazione a guida Assemblea Popolare nel corso dell’attuale legislatura, impostata principalmente nel dividere anziché costruire. Certamente non ci siamo mai rassegnati - hanno aggiunto i sostenitori della candidata a sindaco Cristina Solignani - e non ci arrendiamo di fronte a simili comportamenti, ritenendo più utile e giusto per la comunità fare chiarezza con serietà, consapevolezza, abbandonando certi toni e mettendo le cose al proprio posto senza alimentare paure e odio".

Il Partito Democratico suveretano nel ripercorrere il percorso di sviluppo del borgo hanno individuato nell'azione dell'Amministrazione Parodi-Pasquini un senso di abbandono al progetto di crescita preferendone un altro: "quello dell’improvvisazione, della considerazione del passato come il male assoluto e dell’autocelebrazione a colpi di slogan fine a se stessi", hanno sentenziato. 

"Infatti i risultati sono sotto gli occhi di tutti: - hanno snocciolato dal Pd - profonda frattura del tessuto sociale; isolamento di Suvereto nella Val di Cornia; temi agricoli trattati solo negli ultimi mesi di mandato amministrativo e mancata adesione al distretto rurale della Toscana del Sud, unico Comune della Val di Cornia a non farne parte; uffici comunali che lavorano sull’emergenza e vivono alla giornata senza un’idea di paese da raggiungere; chiusura del museo della Rocca dove è racchiusa e viene raccontata la storia e l’identità di Suvereto; assenza di una biblioteca pubblica, sostituita con quella nella sede di Assemblea Popolare; negazione della partecipazione dei cittadini come dimostrato nella gestione della vicenda Terna Sacoi 3 e nella bocciatura del bilancio partecipativo; scarsa convocazione delle commissioni consiliari e delle consulte; promozione turistica non adeguatamente valorizzata e degrado delle frazioni e del centro storico che necessitano in primis di pulizia e ordine e valorizzazione come un unico sistema integrato".

Per il Pd di Suvereto queste elezioni amministrative possono rappresentare una nuova fase per il borgo "dopo cinque anni di amministrazione condotta allo scopo primario di dividere la popolazione e di emarginare coloro che non erano saliti sul carro", hanno commentato.

"E’ quindi arrivato finalmente il momento per Suvereto di uscire dal torpore di un perenne inverno amministrativo per rinascere, ora, in una primavera di condivisione e di normalità che metta al centro i cittadini, il territorio e l’attenzione alle fasce più deboli", hanno concluso.



Tag

'Chi non salta comunista è', i cori dei giovani della Lega a Pontida mentre parla Salvini

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Lavoro

Sport