Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:10 METEO:PIOMBINO18°22°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 24 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Federer lascia il tennis: l'ultimo punto, l'abbracco con Nadal e le lacrime

Attualità giovedì 17 febbraio 2022 ore 10:43

Nasce Cia Etruria, Pagni presidente

Foto di repertorio

Una unica confederazione che rappresenterà i territori delle Province di Livorno e di Pisa per complessivamente 56 Comuni



VOLTERRA — Con la Prima Assemblea Elettiva che si è svolta a Volterra lo scorso 12 Febbraio è nata ufficialmente Cia Etruria. Una unica Confederazione per i territori delle province di Livorno e di Pisa.

Si tratta di una operazione di grande portata per il sistema Cia e per il comparto agricolo territoriale. I delegati hanno eletto il Consiglio Direttivo composto da 35 membri. Cinzia Pagni, già presidente della Cia di Livorno e vicepresidente nazionale Cia, è stata eletta presidente all’unanimità. 

Cia Etruria opererà su un territorio che comprende 56 Comuni con una popolazione complessiva di 747mila abitanti.

In fatto di numeri, la superficie agricola utilizzata, totale è di 115mila ettari con circa 5.700 aziende agricole che vi operano. Sono infatti circa 37mila gli ettari già bio o in conversione, pari al 32% della superficie coltivata. Tra i seminativi prevalgono ampiamente cereali e foraggere. Buona la presenza di coltivazioni industriali. L’ortofrutta è prevalentemente nella zona della Val di Cornia, ma non solo. Olivicoltura e viticoltura rappresentano le coltivazioni che caratterizzano i paesaggi rurali dove opererà Cia Etruria rendendoli attrattivi anche dal punto di vista turistico. L’area di Bolgheri è ormai da anni riconosciuta a livello mondiale come un centro della produzione vitivinicola d’eccellenza.

La zootecnia ha avuto una forte flessione sia nel livornese che nel pisano. Resistono dei presidi molto importanti che meritano sostegno come la pastorizia presente particolarmente in Val di Cecina e l’allevamento di bovini di carne anche di razza Chianina. 

Come in tutta la Toscana, anche nelle province di Livorno e Pisa ha avuto un grande sviluppo l’agriturismo con riflessi positivi per tutto l’indotto turistico ricettivo dei territori interessati. 

Cinzia Pagni nel suo primo intervento da Presidente è stata molto chiara in quelli che sono i suoi propositi e sulla necessità di operare dando a Cia Etruria e ai propri gruppi dirigenti degli obiettivi precisi e condivisi sui quali misurarci. Pagni ha insistito molto sul fatto che l’azione puramente rivendicativa non si confà ad una moderna rappresentanza e che Cia Etruria dovrà affiancare la proposta alle legittime rivendicazioni territoriali.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L’intervento è stato attuato d'urgenza lungo la strada 398 nel tratto di Cafaggio a Campiglia Marittima. Sul posto forze dell’ordine e Anas
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità