comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 24°27° 
Domani 24°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 05 agosto 2020
corriere tv
Passo dello Stelvio: 30 centimetri di neve a inizio agosto

Attualità giovedì 02 luglio 2020 ore 18:20

"Piombino e Taranto per la prima volta unite"

Le acciaierie di Piombino

I sindaci Ferrari e Melucci chiamano a raccolta le città dell'acciaio in Italia: "Se riusciamo a cambiare l'acciaio, cambia l'Italia intera"



PIOMBINO — Il sindaco di Piombino Francesco Ferrari poche settimane fa aveva lanciato l'appello rivolto ai sindaci di Taranto e Terni per accendere un unico riflettore sulle crisi dell'acciaio in Italia. Oggi arriva una prima risposta da Taranto, il sindaco di Piombino Francesco Ferrari e il sindaco di Taranto Rinaldo Melucci, che pure hanno alle spalle percorsi politici e personali diversi, si sono confrontati su questo scenario, estendendo l'invito alla costruzione di questo network ai colleghi amministratori che vivono analoghe vertenze connesse al comparto siderurgico nel Paese.

Così, come hanno spiegato i sindaci in una nota condivisa, "le principali città dell'acciaio italiane si ritrovano a discutere di una visione condivisa e della elaborazione di una piattaforma di proposte e progetti, allargata alla partecipazione dei cittadini, con la quale contribuire ad indicare dal basso al governo, alle parti sociali e alla filiera siderurgica nazionale una via di uscita dal preoccupante stallo nel quale il settore è ormai finito, con grave danno allo sviluppo e alla qualità della vita di queste strategiche realtà locali".

"Piombino e Taranto per la prima volta unite dal desiderio di voltare per sempre pagina rispetto ai ricatti occupazionali, alle ingiurie all'ecosistema, alla mancanza di coraggio nelle scelte tecnologiche e di governance da parte dei governi di ogni colore, nonché unite dall'esigenza di adottare uno schema moderno di accordi di programma che pacifichi e restituisca prospettiva a vasti ed articolati sistemi territoriali che tanto hanno dato alla causa dell'Italia, il tutto nella cornice ormai inequivocabile degli indirizzi tracciati e dei finanziamenti messi a disposizione a breve-medio termine dall'Unione Europea ai fini della cosiddetta transizione giusta. - e hanno concluso - Con questo spirito e questi obiettivi i comuni protagonisti dell'iniziativa presenteranno presto a Roma il loro manifesto per l'acciaio verde italiano. È forse la fine di teorie e tatticismi e il vero inizio del green deal".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità