Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PIOMBINO14°15°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 09 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video dello scambio in aeroporto tra Brittney Griner e Viktor But

Spettacoli mercoledì 20 luglio 2022 ore 17:00

Apritiborgo, il festival torna ad animare il paese

La presentazione dell’edizione 2022

Dopo lo stop, le metamorfosi sono il filo conduttore del festival delle arti di strada. Un suggestivo programma per cinque serate sempre diverse



CAMPIGLIA MARITTIMA — Dall’11 al 15 Agosto torna nel centro storico di Campiglia Marittima Apritiborgo dopo un lungo stop a causa della pandemia. Ora però il borgo è pronto ad aprire piazze, strade e vicoli allo spettacolo di strada per cinque serate una diversa dall’altra.

“Finalmente possiamo ripartire con il nostro festival che accompagna le giornate di mezza estate”, ha commentato la sindaca Alberta Ticciati presentando la manifestazione. Al suo fianco il direttore artistico Alberto Masoni che ha snocciolato il programma il cui filo conduttore è la metamorfosi. 

“Le Metamorfosi il tema di Apritiborgo nella sua 16° edizione che prende avvio proprio dalla trasformazione che volenti o nolenti, ci ha segnato. - ha proseguito la sindaca - Abbiamo fatto fatica, ancora dobbiamo fare attenzione, ma i nostri passi sono più sicuri nel cammino e quindi riprendiamo in mano con coraggio e fiducia le nostre vite, le nostre relazioni sociali e torniamo ad appropriarci delle piazze. Fare tutto questo con la magia di Apritiborgo ha qualcosa di straordinario, non potrebbe esserci infatti occasione migliore per trasformare, e anche qui torna il tema della metamorfosi, il paese in un grande palcoscenico a cielo aperto dove la fisicità delle rappresentazioni artistiche si sposa con la loro essenza immateriale”.

“Vogliamo che il nostro teatro all’aperto sia di riscatto per i tanti mesi di chiusure, vogliamo che le persone, le famiglie, i bambini si riapproprino delle visioni spettacolari dal vivo, necessarie per nutrire l’anima. - ha commentato Masoni - Ospiteremo un teatro capace di riappropriarsi del sapere antico, capace di parlare a tutti, di occupare e ridare centralità alla piazza, come luogo della comunicazione diretta, del confronto, di una grande risata collettiva. Il teatro di strada che vogliamo ospitare è quello capace di creare un’unità tra il colto e il popolare, far trasparire dal suo essere, radici culturali profonde, popolari e vive, rituali e trasgressive, proposte attraverso una molteplicità di tecniche. Ecco perché, negli opportuni spazi, sapremo tenere insieme nel programma, un’offerta molto diversificata”.

Così si potrà vedere all’anfiteatro della Rocca un classico, vincitore del Premio Gianni Damiano a Lunathica 2017 e finalista Premio Takimiri Clown&Clown, spettacolo di clown, magia comica, acrobatica, Spaventati Panettieri di Collettivo Clown e Il mago con la ‘T’ maiuscola del grande Tino Fimiani. Al giardino della Rocca, le enormi e fantasiose figure animalesche di Alto Livello e di Pindarico, dall’altra, nella magica ed evocativa piazza del Silenzio gli incontri ravvicinati con le piccole marionette di Paolo Valenti e i burattini di Italo Pecoretti. Una violinista solitaria intona le sue note seminascosta in via degli scudi, quasi una meditazione, e la banda imperversa lungo la strada seguita dalla folla che la segue battendo le mani e ballando. Le comiche ventriloquie di Nicola Pesaresi, la magia e il fachirismo di Shezan e le grandi illusioni di Tiziano Cellai, vincitore del prestigioso Trofeo Alberto Sitta giovani talenti 2013 al Centro Civico Mannelli e in Piazza Benifei il teatro dei piedi originale di Laura Kibel. Il micro e il macro, il leggero, il poetico e il tragico, la meditazione e la confusione, lo spettacolo che ti devi trovare e lo spettacolo che ti viene a cercare, un mix di offerte che permette di soddisfare un pubblico molto numeroso e dunque diverso nei gusti e nelle aspettative. Gli spettacoli si svolgeranno dalle ore 20 a mezzanotte, il programma integrale è disponibile sul sito apritiborgo.con.

A livello organizzativo, confermata la biglietteria principale in via Roma, mentre per il primo anno sarà possibile acquistare il biglietto online. Gli ingressi sono situati a: Porta Pisana (Via Buozzi ) presso il Teatro dei Concordi e Porta a Mare (Via Roma 9). L’area della Rocca sarà accessibile solo ai possessori di regolare biglietto d’ingresso e ai residenti o ospiti del centro storico, muniti di specifico pass nominativo.

Confermati infine navette e servizi di trasporto convenzionati per raggiungere il borgo.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
“L’ideazione è stata solo nostra. Analogia nel senso che per vaccini e rigassificatore non sia stato portato alcun rispetto per la vita delle persone“
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità