QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 24°26° 
Domani 23°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 18 agosto 2019

Attualità martedì 01 agosto 2017 ore 16:00

"Impedire lo stupro inutile dei boschi"

Foto di repertorio

Dopo il caso del Romitorio Comitato per Campiglia ha firmato una nota, che è anche un invito, a valutare meglio i permessi



CAMPIGLIA MARITTIMA — "Questa volta è il caso di un tale che dopo avere richiesto e ottenuto un permesso di manutenzione straordinaria di strada boschiva nel Comune di Castagneto Carducci, ha realizzato un'opera che consiste in un allargamento stradale da mt 2,20 a mt. 2,50, in sé poca cosa, ma che nel caso specifico ha comportato la distruzione di affioramenti rocciosi e vegetazione di un antico percorso che attraversa luoghi di alto valore paesaggistico e storico".

Così Comitato per Campiglia ha ripercorso la questione che riguarda un sentiero del Romitorio. A dare il permesso per questo intervento, come si legge nella nota, è stata l'Unione delle Colline Metallifere alla quale sono affidate le competenze sulla Forestazione e quindi anche sull'opera in questione.

" Visto il risultato, non ha strumenti per valutare il valore dei luoghi dove ammette interventi", ha detto il Comitato che non risparmia critiche nemmeno per il sindaco di Castagneto Carducci condannando "un modo di procedere dell'Amministrazione pubblica che esautora i livelli amministrativi comunali con il rischio di ritrovarsi un territorio distrutto grazie a tanti piccoli passi concessi da Enti diversi e con finalità che sembrano avere poco a che fare con la tutela del paesaggio".

"Speriamo allora che l'attuale sindaco impari la lezione da questo caso del Romitorio e da quelli passati e mal gestiti dai suoi predecessori. Speriamo che sia da oggi impossibile procedere in modo che la mano sinistra non sappia quello che fa la mano destra, e che i cittadini siano sempre più informati di quello che succede e ben prima che le situazioni siano irreversibili".

Il Comitato, a questo punto, chiede che la rimessa in pristino dell'antico percorso. "Chiediamo ai sindaci che si muovano congiuntamente in modo che i permessi rilasciati dai livelli amministrativi diversi da quelli comunali siano sempre discussi e concordati con i comuni. Chiediamo al sindaco che nel caso della strada del Romitorio sia almeno introdotto il divieto di passaggio ai mezzi motorizzati, ammettendolo solo per quelli di soccorso e antincendi. Chiediamo che le Associazioni Venatorie condannino un modo così barbaro di trattare il bosco, rivendicando la tanto proclamata funzione di tutori della natura", ha concluso il Comitato ribadendo l'appello ai Comuni a vigilare e verificare i luoghi oggetto di intervento considerato che da tempo che cittadini e associazioni segnalano il caso del Romitorio.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità