Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:PIOMBINO16°20°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 18 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Una lince rossa si intrufola nel giardino del resort

Attualità lunedì 23 gennaio 2023 ore 18:14

Taglio del nastro alla Casa della salute

Con un investimento di oltre 900mila euro, la struttura ospiterà varie attività di carattere amministrativo, sociale e sanitario



CAMPIGLIA MARITTIMA — È stata presentata la nuova Casa della Salute di Venturina Terme (largo della fiera) nel Comune di Campiglia Marittima. Al taglio del nastro erano presenti, tra gli altri, il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, la sindaca di Campiglia Marittima Alberta Ticciati, il direttore dell’Azienda Usl Toscana nord ovest Maria Letizia Casani, il presidente della Società della Salute Valli Etrusche Sandra Scarpellini e il direttore della Società della Salute Valli Etrusche Laura Brizzi.

“Le Case di Comunità indicate nella programmazione a livello nazionale – ha ricostruito il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani – prendono spunto da quella che era stata l’idea tutta toscana delle Case della Salute di dare riferimenti sanitari al di là degli ospedali. Oggi dopo le recenti aperture di Fivizzano, Certaldo e Livorno possiamo festeggiare la nuova struttura di Venturina che ci permetterà di concentrare e rafforzare i servizi a disposizione. L’apertura di oggi ci rende ancora più soddisfatti perché avviene all’interno di una proprietà di Sviluppo Toscana, una partecipata al 100 per cento della Regione, riadattata per venire incontro alle necessità emergenti dei cittadini. A tutti i toscani, ovunque siano residenti, deve esser riconosciuto il diritto di accesso ad una sanità d'eccellenza”.

“Con questo taglio del nastro – ha commentato Alberta Ticciati, sindaca di Campiglia Marittima - si fa un primo passo verso l’offerta di nuovi servizi ai cittadini, non solo del comune di Campiglia, ma di tutto il territorio. Il cammino per la realizzazione parte da lontano, ci tengo a sottolineare il grande impegno e il grande lavoro, che nel 2019 ho ereditato e portato avanti, promosso dall’allora sindaca Rossana Soffritti e dall’assessora regionale alla sanità Stefania Saccardi, che oggi ci consegnano un risultato davvero importante: una nuova struttura, con maggiori servizi ed una nuova destinazione di un’area centrale del paese rimasta per anni inutilizzata. Questo luogo diventerà il nuovo centro socio sanitario del nostro comune, che oltre agli attuali servizi del distretto, oggi nel parco Altobelli, ospiterà la medicina di famiglia, i pediatri e l’infermieristica di famiglia, oltre ad altri servizi importanti. Oggi tagliamo un nastro, ma cogliamo anche l’occasione di raccontare lo sviluppo a cui stiamo già lavorando: l’immobile gemello di fronte a questo ospiterà il centro servizi che andrà insieme a questa struttura a costituire un polo socio sanitario a servizio dei nostri cittadini e del territorio limitrofo. Preme sottolineare inoltre che la completa riqualificazione dell’area sarà ultimata con la realizzazione nella struttura vicina dell’Istituto professionale agroalimentare, per far crescere la qualità della vita e le opportunità formative per i ragazzi nella zona. Un tassello fondamentale che portiamo a segno e una risposta che la cittadinanza stava aspettando da tempo”.

La nuova Casa della Salute di Venturina. L'immobile, di proprietà della società Sviluppo Toscana (partecipata al 100% dalla Regione Toscana) è stato concesso in comodato ad uso gratuito per 20 anni. Ha una superficie di circa 900 mq ed è stato ristrutturato con un investimento di oltre 900mila euro. Il trasferimento nella nuova struttura avverrà nei prossimi giorni mantenendo orari e numeri telefonici del precedente distretto.

La struttura ospiterà varie attività di carattere amministrativo, sociale e sanitario. In particolare i cittadini potranno trovare ambulatori per prelievi con servizio infermieristico, sportelli di prenotazione Cup e di anagrafe assistiti, servizi consultoriali con percorsi percorsi di preparazione alla nascita con ostetriche e psicologo, ambulatori di medicina generale, pediatri e guardia medica, assistenza domiciliare integrata (Adi), ambulatori specialistici, il Punto unico di accesso (Pua), servizi sociali percorsi disabilità, non autosufficienza, tutela minori e adulti, salute mentale con ambulatorio psichiatrico e infermiere di famiglia.

“Aprire oggi questa struttura completamente rinnovata – ha proseguito Maria Letizia Casani, direttore generale dell’Azienda USL Toscana nord ovest – ci riempie di orgoglio soddisfazione in quanto arriva al termine di un percorso complesso iniziato anni fa e che ho potuto seguire fin da quando ero direttore amministrativo. Ha tutti i requisiti per poter parlare di una vera e propria casa di comunità grazie alla presenza di molteplici professionalità in grado di prendersi in carico dei bisogni socio sanitari dei cittadini. E confidiamo di poterla ulteriormente integrare per farla diventare una Casa di Comunità. Davanti alla difficoltà attuali è necessario trovare nuovi modelli organizzativi per poterli superare. L’apertura di Venturina è la prima di una serie che riguarderanno Piombino, Cecina e Rosignano grazie a un piano di investimenti sul territorio di circa 24 milioni. Di questo risultato e di quelli che arriveranno non possiamo che ringraziare la Regione per quanto fatto, il dipartimento tecnico e tutti gli operatori che con il loro servizio riempiranno di contenuti questa struttura”.

“Oggi arriviamo al termine di un progetto di rete - ha spiegato Sandra Scarpellini, presidente della Società della Salute Valli Etrusche - che avrà ricadute per tutto il nostro territorio e per questo è giusto ringraziare chi, negli anni scorsi, ha perseguito la visione che stava dietro alla fusione delle due zone. Oggi sono cambiati bisogni e risorse, ma seppur nel bisogno di ottimizzare l’organizzazione, non deve mai venir meno la volontà di garantire ai cittadini il loro legittimo diritto alla salute. Qui le persone troveranno risposte e soprattutto una presa in carico adeguata rispetto ai loro bisogni sociali sanitari e amministrativi. La struttura adesso c’è serve continuare ad impegnarsi nel popolarla di tutte le professionalità necessarie”.

"La Casa della Salute che presentiamo oggi –  ha detto Laura Brizzi, direttore della Società della Salute Valli Etrusche – ci permetterà di rafforzare la nostra offerta di sanità territoriale seguendo le indicazioni provenienti dalle normative nazionali e regionali. Sarà uno dei centri di accesso ai servizi per persone con bisogni speciali, ma soprattutto sarà un riferimento per tutto il territorio permettendo di intercettare i bisogni delle persone ed evitando il ricorso non necessario agli ospedali. La nostra aspirazione è di avere luoghi funzionali, ma anche belli. Le persone che si rivolgono a noi hanno bisogni anche di essere accolte in un ambiente confortevole e nel modo migliore per questo abbiamo anche deciso di investire in una specifica formazione dei nostri operatori”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Per sfuggire ai controlli dei carabinieri hanno prima dato in escandescenza per poi scappare nelle campagne circostanti
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità