comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO13°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
lunedì 25 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Caso Genovese, la confessione delle ragazze che lo accusano: «La cocaina era sui piatti, come un self service»

Attualità lunedì 30 marzo 2020 ore 16:41

Turismo, "sia esteso il bonus da 600 euro"

Foto di repertorio

Filcams-Cgil: "In provincia di Livorno circa un migliaio di lavoratori discriminati ingiustamente. Si allarghi la platea dei beneficiari"



LIVORNO — "In tutta la provincia di Livorno sono almeno un migliaio i lavoratori che seppur operando nel settore del turismo non potranno ingiustamente beneficiare del bonus da 600 euro previsto dal governo in relazione all'emergenza Coronavirus".

Si apre così la nota di Pieralba Fraddanni, segretaria generale Filcams-Cgil provincia di Livorno.

"Molte lavoratrici e lavoratori infatti, - spiega la segretaria di Filcams-Cgil - pur operando in questo settore, sono stati inquadrati con contratti di lavoro (multiservizi, terziario, cooperative sociali ecc.) non formalmente riconducibili al Contratto collettivo nazionale del turismo e di conseguenza non hanno diritto al bonus. Per non parlare di quegli addetti ai quali sono stati applicati contratti 'pirata'. Tutto ciò è profondamente ingiusto: questi lavoratori devono essere tutelati". 

"Centinaia tra addetti alle pulizie nelle strutture ricettive, giardinieri di alberghi, cameriere ai piani, facchini e altre figure professionali simili non potranno beneficiare del bonus da 600 euro solo - spiega la segretari di Filcams- Cgil- perché formalmente inquadrati con contratti diversi da quelli del settore turismo. A Livorno la questione riguarda anche una trentina di precari della Porto 2000 inquadrati con il contratto nazionale del settore terziario".

"Siamo davanti a un'assurda e inaccettabile discriminazione: al governo chiediamo con forza di modificare il provvedimento e dunque estendere la platea dei beneficiari del bonus. - aggiunge Pieranni - La politica locale non può tacere. Ci appelliamo dunque alle istituzioni locali e ai parlamentari del territorio affinché sostengano la nostra battaglia".



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Cronaca

L'EDITORIALE