QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 23°26° 
Domani 24°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 25 agosto 2019

Attualità giovedì 21 febbraio 2019 ore 15:40

Aree di crisi e fondi Invitalia, nuove opportunità

Gianfranco Simoncini

La Regione Toscana ha promosso una serie di incontri per promuovere l'accesso delle imprese alle risorse della legge 181, chieste semplificazioni



FIRENZE — Al via una serie di incontri per fare il punto sullo stato di attuazione della legge 181 per il rilancio delle aree di crisi industriale che assegna rispettivamente 10 e 20 milioni per le aree di Livorno, Rosignano e Collesalvetti e di Piombino e Val di Cornia. 

Tre gli incontri organizzati dal consigliere del presidente per il lavoro Gianfranco Simoncini che, con il capo segreteria del presidente Rossi Paolo Tedeschi e insieme ai rappresentanti di Invitalia, l'ente del Ministero dello sviluppo economico che gestisce le procedure della legge 181, e della Camera di commercio di Livorno, ha incontrato i Comuni interessati (presenti il sindaco di Rosignano Alessandro Franchi, l'assessore Riccardo Demi di Collesalvetti, il vicepresidente della Camera di Commercio Alberto Ricci, l'assessore alle tecnologie del Comune di Piombino Nicola Cecchelli, rappresentanti del Comune di Livorno), le associazioni di categoria e i rappresentanti dei Distretti tecnologici della Toscana.

Nel corso degli incontri è stata sottolineata la necessità di sensibilzzare maggiormente le imprese, sia nell'area di Livorno che in quella Piombino, prospettando le possibilità di ricorrere agli incentivi per finanziare progetti di investimento che, come previsto dalla legge, devono prevedere un costo uguale o superiore al milione di euro. 

Sia per Livorno che per Piombino le risorse sono rimaste ad oggi per larga parte inutilizzate. A Livorno, è stato ricordato, il bando è aperto, a sportello, ed è sempre possibile fare domanda. Per Piombino il bando sarà riaperto a breve, una volta che verrà rinnovato l'accordo di programma, ancora una volta con la modalità a sportello. Nel frattempo, anche in vista della riapertura, si è discusso di come fare per migliorare la comunicazione e la diffusione delle informazioni alle imprese interessate ad investire nelle due aree.

Con le associazioni di categoria nelle prossime settimane saranno organizzati degli incontri per coinvolgere le aziende del territorio attraverso un sistema di affiancamento e tutoraggio mirato. Il consigliere per il lavoro Simoncini, infine, ha informato che la Toscana insieme ad altre Regioni chiederà al Mise una semplificazione delle procedure di utilizzo della legge 181, abbassando il massimale di accesso e prevedendone l'accesso anche a imprese fra loro associate.



Tag

In cammino ad Amatrice con il Cai, per tenere in vita i luoghi bellissimi sconvolti dal terremoto

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Lavoro

Lavoro

Attualità