Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:32 METEO:PIOMBINO23°25°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 25 giugno 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Il patriarca Kirill scivola sull'acqua santa e cade durante la funzione religiosa

Attualità venerdì 27 novembre 2015 ore 17:31

​Le strategie di sviluppo per i porti toscani

L'assessore Ceccarelli: "Rilanciare i porti, da Piombino a Livorno fino a Carrara, senza trascurare i porti di interesse regionale e quelli turistici"



GROSSETO — Si è svolto a Grosseto il seminario organizzato da Regione, Istituto nazionale di urbanistica, Anci e Provincia di Grosseto sulle tematiche connesse allo sviluppo della portualità in Toscana con la partecipazione dell'assessore regionale a infrastrutture, mobilità, urbanistica Vincenzo Ceccarelli.

Le prospettive dei porti toscani sono state analizzate soprattutto in relazione alle novità introdotte da alcune normative recenti come la legge sul governo del territorio e il Pit 2015. Particolare attenzione è stata rivolta anche al Piano Strategico Nazionale della Portualità e della Logistica, promosso dal ministro Delrio e approvato in via preliminare lo scorso luglio.

"Il quadro nel quale oggi ci troviamo ad agire, alla luce del Piano strategico varato dal ministro Delrio, ci trova pronti - ha esordito Ceccarelli - con un impegno rilevante messo in campo dalla Regione che ha consentito di rilanciare i porti nazionali, da Piombino a Livorno fino a Carrara, senza trascurare i porti di interesse regionale e quelli turistici".

"Oggi siamo impegnati a ridurre la forte componente burocratica che certamente non agevola gli interventi di riqualificazione e adeguamento funzionale degli scali marittimi promossi dai comuni o dai soggetti privati. In questo senso - ha proseguito l'assessore - stiamo lavorando per portare rapidamente in approvazione il Regolamento attuativo previsto dall' Art. 87 della LR n. 65/2014, al quale la legge regionale ha assegnato il compito di disciplinare aspetti molto importanti della fase attuativa degli interventi portuali. Non è un singolo strumento normativo che potrà risolvere tutti i problemi, ma confidiamo che le disposizioni puntuali del regolamento possano dare un contributo di chiarezza e di mettere a disposizione alcune opportunità concrete, anche per settori spesso trascurati come la nautica sociale".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La sindaca Ticciati: “Ferrari rinnega le ragioni della condivisione strappando il nostro passato più bello e il disegno per lo sviluppo futuro”
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità