Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:35 METEO:PIOMBINO12°14°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 23 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Salmone allevato nelle gabbie tra pesci morti attaccati dai parassiti. Le immagini dal drone

Lavoro martedì 19 marzo 2019 ore 08:00

Acciaio al piombo, sicurezza prima di tutto

Uno scatto dell'incontro promosso dal Camping Cig

Camping Cig: "Non si tratta di un avanzamento, ma di un ritorno al passato". Per le segreterie Fim, Fiom e Uilm senza garanzie niente test



PIOMBINO — Sabato 16 Marzo si è svolto l'incontro pubblico promosso dalla associazione Coordinamento Art. 1 – Camping CIG sul tema degli acciai al piombo. "Dall'incontro è emerso che gli acciai automatici al Piombo non rappresentano uno sviluppo della produzione nel senso della qualità. - hanno riferito in una nota gli organizzatori - L'aspettativa di penetrazione nel mercato è legata al fatto che si tratta di una produzione per altri non allettante, a causa delle difficoltà e dei costi di gestione legate ai problemi di nocività del piombo. La laminazione al Tmp potrebbe essere solo il primo passo verso lavorazioni al piombo anche in altri treni (es. Tve). Non si tratta di un avanzamento verso il futuro ma di un ritorno all'indietro e non può essere questo tipo di lavorazione a determinare il futuro di Aferpi". 

"La normativa vigente in Italia - hanno aggiunto - indica limiti di esposizione (piombo nell'aria e piombo nel sangue) che sono tra i più alti al mondo e che non tengono conto delle nuove conoscenze scientifiche. Tali limiti non proteggono assolutamente dagli effetti nocivi delle basse esposizioni. L'applicazione di tutte le misure di prevenzione necessarie è complessa, difficile da mantenere ad alto livello nel tempo e richiede una forte cultura operativa della sicurezza come patrimonio dell'organizzazione aziendale, oltre che costi non trascurabili". 

Insomma dall'incontro è emerso che il gioco non vale la candela. L'assessora Paola Pellegrini presente all'incontro ha invitato il medico del lavoro Francesco Pappalardo, aderente al Camping Cig, a prendere parte a una riunione in Comune per approfondimenti sul tema.

In una recente nota anche le segreterie Fim, Fiom e Uilm hanno sottolineato come, pur il mercato dell'acciaio e degli acciai automatici possano essere un'opportunità, "occorre che le attività vengano svolte in totale sicurezza delle maestranze coinvolte e nel rispetto dell'ambiente".

"Per questo - hanno aggiunto le segreterie sindacali - le Rls si sono da subito attivate con gli enti preposti coinvolgendo l'Asl che, dalle notizie che abbiamo hanno ottenuto dall'azienda i chiarimenti richiesti ed inviato tutta la documentazione all'Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana che dovrebbe inviare successivamente la comunicazione dell'eventuale autorizzazione". Risposte che i sindacati hanno chiesto di avere anticipatamente per informare i lavoratori coinvolti. Senza tali preventive garanzie, Fim, Fiom e Uilm hanno comunicato che metteranno in campo tutte le iniziative necessarie per impedire i test previsti.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno