Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:22 METEO:PIOMBINO12°13°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 02 marzo 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Minaccia di buttarsi dal balcone per 44 ore. Alla fine lo bloccano così

Lavoro mercoledì 11 ottobre 2023 ore 17:39

Acciaio, “ultima opportunità per Piombino”

Fim, Fiom e Uilm: “Il Governo non può permettersi di lasciarsi sfuggire investitori che potrebbero finalmente rilanciare il polo siderurgico”



PIOMBINO — In una nota congiunta Fim, Fiom e Uilm hanno fatto il punto sulle recenti dichiarazioni del ministro Urso a proposito dei nuovi interessi di investitori come Metinvest-Danieli per lo stabilimento di Piombino.

“Da oltre 10 anni Piombino sta vivendo un inesorabile degrado economico e sociale, il cui inizio coincide con il progressivo spegnimento del cuore siderurgico, cuore economico della città e dell’intero territorio. Abbiamo vissuto un decennio di eventi illusori e profonde disillusioni, imprenditori improvvisati ed esperti capitani d’industria cinici e disinteressati al futuro di questa collettività. L’auspicata diversificazione economica del nostro territorio si limitata ad un po’ di stabilimenti balneari e alle seconde case nei mesi estivi.
Una diversificazione che non sia solo slogan, ma che sappia in parte sostituire ciò che economicamente rappresentava la manifattura a Piombino, deve immaginare prevedere un’industria turistica con ingenti risorse, aree da cementificare per la ricezione, e spiagge da privatizzare. La politica deve andare oltre gli slogan e trovare il coraggio che non ha mai cercato, il coraggio delle scelte, e non c’è nulla di più coraggioso che far coesistere interessi che solo apparentemente confliggono come l’industria del turismo”.

“In questi giorni si fa un gran parlare di una grande opportunità che potrebbe affacciarsi a Piombino e rivitalizzare l’economia per i prossimi decenni riportando ricchezza sul territorio come tempi in cui lo stabilimento viaggiava piano ritmo.
Ci aspettiamo progetti realizzabili, compatibili con la crescente sensibilità ambientale, lontani dai luoghi della città e capaci di aggredito un mercato come quello dei laminati piani di cui siamo importatori netti. - hanno commentato - Così come deve essere altrettanto chiaro che questo territorio non possa perdere ulteriori opportunità, e che pensiamo non sia giusto sopravvivere con il sussidio della cassa integrazione dei 1500 operai dello stabilimento”.

Per i sindacati questo è il momento da cogliere: “Bene che le istituzioni verifichino questa opportunità e che creino le condizioni perché le varie multinazionali già presenti sul territorio collaborino e si coordino ciascuno per le proprie vocazioni. - hanno spiegato - Piombino ha già perso una grande opportunità, giusto un anno fa, quando altri player siderurgici si era affacciati, ma volontà ciniche e di parte hanno distolto e dirottato quell’interesse verso altre realtà. Si deve dire con estrema schiettezza che questa rappresenta l’ultima opportunità. Opportunità che non può essere trattata a cuore leggero e se vi fossero interessi ostili tesi a capitalizzare posizioni di rendita, chiediamo che questi siano contrastate con tutti gli strumenti nelle mani del Governo, quali le concessioni del Demanio dello stato già scadute a Luglio, le concessioni marittime non rinnovate ma solo prorogate fino a Dicembre e infine le leve contrattuali di affidamento forniture”.

Per i sindacati è necessario che in tempi brevissimi il Governo convochi le parti sociali, come aveva concordato, per condividere gli obiettivi e gestire le eventuali criticità. Parallelamente bisogna accelerare sulla firma dell’Accordo di Programma che dia garanzie occupazionali e investimenti certi. “Il Governo non può permettersi di lasciarsi sfuggire gli investitori ed investimenti che potrebbero finalmente rilanciare il polo siderurgico piombinese”, hanno concluso Fim, Fiom e Uilm.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
"Per non interrompere questo momento storico virtuoso per la nostra città, per non tornare indietro di vent’anni, sono di nuovo in campo"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Attualità

Attualità

Attualità