QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 13°15° 
Domani 14°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 06 dicembre 2019

Lavoro lunedì 11 dicembre 2017 ore 19:04

Aferpi, per i cinesi l'altoforno può ripartire

Lo si apprende in una nota diffusa da Cevital dopo il nuovo sopralluogo allo stabilimento Aferpi con i partner cinesi Sinosteel



PIOMBINO — "L'altoforno e l'acciaieria possono essere riattivati", lo afferma oggi in una nota diffusa da Cevital alla luce di un sopralluogo allo stabilimento di Piombino giudicato positivo dall'azienda, che è stato effettuato nei giorni scorsi dai tecnici del partner cinese Sinosteel. Gli incontri si sono svolti venerdì scorso a Roma, poi il 9 e il 10 dicembre a Piombino.

"Nell'attesa che si producano condizioni appropriate per valutare l'alternativa della vendita - ha spiegato Cevital nel comunicato - che tuttora consideriamo aperta, stiamo andando avanti con l'avanzamento del piano industriale come richiesto dall'addendum. In questa prospettiva, lo scorso weekend una delegazione del nostro partner cinese Sinosteel è stata a Piombino per valutare lavoro, durata e costi del riavvio dell''altoforno e delle acciaierie". 

Durante i sopralluoghi, gli esperti hanno visitato nel dettaglio l'altoforno, l'acciaieria e anche il porto per valutare la capacità di ricevere acciaio, minerali, pellet e carbone. "I risultati di questa ispezione durata 3 giorni sono positivi e la conclusione è che l'altoforno e l'acciaieria possono essere riattivati". Sinosteel, riferisce sempre Cevital, invierà dunque la sua offerta per il riavvio entro 7/10 giorni dal rientro della delegazione a Pechino.

Per Cevital "questa offerta dettaglierà progetti e costi necessari per realizzare l'operazione nel periodo già annunciato di 6 mesi. Dettaglierà inoltre il livello della forza lavoro necessaria e la distribuzione delle attività tra personale italiano Aferpi e cinese".  

Nei prossimi giorni, il personale di Aferpi lavorerà per aprire alcuni macchinari dell'altoforno per facilitare una ispezione di maggior dettaglio e profondità che gli esperti di Sinosteel effettueranno entro due settimane. Proprio da questo secondo sopralluogo verranno determinate le attrezzature necessarie per il rewamping e quali invece bisognerà sostituire.

Il risultato, secondo Cevital, è che piombino "produrrà acciaio in autonomia nella tempistica prevista".



Tag

Otto e mezzo, Santori contro Sallusti: "Ha gli occhi foderati di prosciutto"

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca