Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO14°20°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 07 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Laura Boldrini racconta la sua malattia: «Ho scoperto per caso il tumore: è stata come un'onda anomala che mi ha travolto»

Politica giovedì 28 gennaio 2021 ore 10:01

Approvato il Dup, "generico e superficiale"

Riccardo Gelichi

L'ex assessore Riccardo Gelichi passa a rassegna i contenuti del Documento Unico di Programmazione 2021/2023 e non risparmi le critiche



PIOMBINO — In Consiglio comunale a Piombino è stato approvato il Dup, "Documento Unico di Programmazione 2021/2023" che rappresenta una estrema sintesi del governo del territorio.

"Di solito sono documenti abbastanza generici per tradizione, questo batte tutti i precedenti", ha commentato l'ex assessore Riccardo Gelichi di Ascolta Piombino che però ha notato degli aspetti che ritiene significativi.

"Uno di questi il fatto che il Polo Culturale non conterrà la biblioteca, nel documento, infatti, si parla soltanto di 'utilizzo come luogo di studio, ricerca, aggregazione e spazio di confronto per giovani, adulti e anziani, su tutti gli aspetti che riguardano la cultura e le arti'. Per il Castello s’intuisce che l’esperienza della Parchi è superata, si legge che tenderanno verso partenariati pubblici privati, l’idea sarebbe di un Museo della Città. Sul turismo, oltre la solita paccottiglia retorica, si legge del potenziamento di sentieri senza aver avviato alcun progetto in merito, salvo fermare quelli esistenti. Per incrementare il turismo creeranno nientepopodimeno che una mini guida turistica per scoprire le ricchezze di una costa che invece avrebbe estremo bisogno di servizi e nuove opportunità. - ha passato a rassegna Gelichi - La vera chicca è la programmazione urbanistica, il motore di uno sviluppo territoriale che non arriva mai; su questo scrivono che a Settembre è stato avviato il Piano Operativo e dopo giù retorica a balle, senza aver avviato una dico una discussione con i sindacati, le associazioni di categoria, i quartieri, la politica, i professionisti del territorio, i cittadini. - e prosegue - Sulle bonifiche ammettono di lavorare sui progetti, quindi siamo ancora all’anno zero. Per il complesso Accordo di Programma inerente alla messa in sicurezza del Sin si fa cenno alla bonifica di falda, senza dirci a che punto siamo, aggiungendo un generico impegno a richiedere la messa in sicurezza della Li53, a chi e come non si capisce. Sul modello futuro di raccolta dei rifiuti urbani si legge che ci sta lavorando una società di consulenza, non si capisce l’obiettivo, ma poi ci diranno. Originale la creazione di un Emporio Solidale, dove chi ha bisogno, troverà i beni di prima necessità, tipo supermercato. Faticoso il tema del lavoro che probabilmente non fa più tendenza. Dodici righe per il capitolo Tutela della salute, non si parla di nascite ma di Hospice per neoplastici e nuove Rsa, probabilmente una prospettiva che disegna la Piombino di domani. Si parla di intercettare contributi europei ma in diciotto mesi non sono riusciti a costituire l’ufficio Europa, più un auspicio che guarda allo sviluppo, senza mai indicare tempi e modi per raggiungerlo". 

"Leggendo il Dup - ha concluso Gelichi - non si capisce proprio quale sia stato il percorso per indicarlo, per quanto si trovi così tremendamente generico e superficiale".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ai casi già noti dalla settimana scorsa, negli ultimi giorni se ne sono aggiunti altri appartenenti allo stesso focolaio
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità