Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO12°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
lunedì 01 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, rissa scoppiata alla Darsena tra lanci di bottiglie e scazzottate

Attualità mercoledì 27 gennaio 2021 ore 16:00

Informagiovani, il Comune dimentica l'Arci

Il Comitato Arci che gestisce il servizio dal 2006: "All'Informagiovani sono impiegate 3 lavoratrici part-time che a fine Giugno dovremo licenziare"



PIOMBINO — “Abbiamo appreso con stupore e sconcerto la notizia, di cui per altro siamo venuti a conoscenza solo tramite un comunicato online diffuso dall'amministrazione comunale, che riguarda la gestione futura dell’Informagiovani e del Centro Giovani. Una modalità di comunicazione che riteniamo per altro inopportuna e irrispettosa, al di là della legittimità della posizione assunta dal Comune, che rispettiamo e di cui prendiamo atto, dal momento che l'amministrazione ha tutto il diritto di gestire direttamente i servizi. Pensiamo però che sarebbe stato corretto informare Arci della decisione presa e non dichiararlo alla stampa prima di aver fatto un passaggio condiviso. Avremmo infatti auspicato di essere chiamati ad un confronto, magari permettendoci di far sentire la nostra voce e presentare le criticità di tale scelta nell’ottica di una proficua collaborazione".

Così il comitato territoriale Arci ha commentato la decisione presa dall'Amministrazione di Piombino in merito alla decisione di gestire direttamente i servizi del Centro Giovani e dell’Informagiovani (leggi qui l'articolo collegato).

"Vorremmo anche segnalare l’inesattezza del comunicato, per cui la gestione viene riferita esclusivamente alla Cooperativa Astir tramite Il Granaio mentre la nostra associazione Arci Comitato Territoriale Piombino Val di Cornia Elba gestisce l’ufficio Informagiovani in convenzione con il Comune di Piombino fin dal 2006", hanno precisato ricordando "il lavoro prezioso fatto in tanti anni, operando nel settore dei servizi e della formazione e acquisendo competenze e connessioni col territorio, non vengono né menzionati né tantomeno ringraziati".

"Arci negli anni ha svolto il servizio affidatogli con grande professionalità, formando anche delle persone che a seguito di questa decisione rimarranno improvvisamente senza occupazione. - viene sottolineato - All'Informagiovani sono infatti impiegate 3 lavoratrici part-time, che a fine Giugno dovremo licenziare e che perderanno il proprio posto di lavoro; sarebbe quindi stato opportuno che la comunicazione fosse arrivata in modo diverso e più consono anche rispetto alle problematiche che provocherà ai nostri dipendenti".

Il comitato territoriale Arci ha inoltre fatto sapere che al momento non hanno ricevuto alcuna notifica ufficiale della proroga del bando scaduto il 31 Dicembre scorso.

"Sarebbe opportuno ricevere adeguate comunicazioni dall'amministrazione, per tutelare la nostra assosciazione, ma soprattutto per mettere in regola la parte contrattuale, dal momento che a breve dovremo anche erogare le buste paga del mese di gennaio ai dipendenti. - hanno concluso dall'Arci - In ogni caso tanta amarezza per come è andata a finire e per il futuro dei dipendenti che tanto si sono spesi in questi anni di collaborazione con il Comune per erogare al meglio e con professionalità il servizio”.

Sull'argomento era stata presentata da tutti i gruppi di opposizione in Consiglio comunale, svoltosi il 26 Gennaio, un'interrogazione. La risposta ha ricalcato i contenuti del comunicato diffuso nei giorni scorsi e che non ha per nulla soddisfatto le forze di minoranza.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

CORONAVIRUS

Attualità