QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 11°16° 
Domani 12°17° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 15 novembre 2019

Attualità lunedì 15 gennaio 2018 ore 12:25

"Bonifiche e lavoro, avanti insieme o frana tutto"

Presidio davanti al Comune, poi tutti davanti Palazzo Appiani dove era in corso il summit sulle bonifiche del Sin. Chiesti tempi certi e lavoro



PIOMBINO — Presidio alle porte del Comune, poi trasferitosi davanti Palazzo Appiani, mentre era in corso l'incontro tecnico tra Invitalia, Regione e Comune per il coordinamento delle operazioni dopo l'aggiudicazione delle gare per le indagini integrative e la progettazione. 

Il gruppo di associazioni, forze politiche e sindacali che hanno organizzato il presidio hanno chiesto e non ottenuto di poter assistere alla riunione o poterla ascoltare almeno in streaming. Alle porte del Comune prima e di Palazzo Appiani poi hanno chiesto ai megafoni al sindaco di relazionare loro alla fine dell'incontro, al momento della richiesta ancora in corso. Intanto le porte di Palazzo affacciato su piazza Bovio sono state chiuse; davanti è andato avanti il presidio pacifico che ha continuano a mettere l'accento sulla necessità di avviare il prima possibile le bonifiche.

Proprio le bonifiche, infatti, rappresenterebbero per molti lavoratori, oggi disoccupati o sotto ammortizzatori sociali, un'opportunità lavorativa. Più in generale le bonifiche delle aree del Sin, e non solo la messa in sicurezza della falda come ha sottolineato Ugl (leggi qui sotto l'articolo correlato), significherebbe un'occasione di riscatto per un territorio che chiede da anni e a gran voce lavoro.

Le cronache di questi anni, però, testimoniano il contrario. "In vent'anni non è stato bonificato quasi nulla", hanno sottolineato in un documento diffuso e letto ai microfoni. "Il ruolo giocato da Invitalia e Comune per l bonifiche a Piombino è fallimentare: tempi biblici, realizzazioni minime, investimenti non utilizzati anche quando disponibili) Le bonifiche e gli smantellamenti degli impianti da dismettere sono urgenti per rendere disponibili le aree per altre attività, per mettere in sicurezza i lavoratori, ambiente e popolazione, per sbocchi occupazionali. - e hanno aggiunto - Il governo locale, regionale e nazionale tutti a guida Pd hanno provocato la paralisi attuale".

E proprio i tre livelli di governo erano presenti al summit sulle bonifiche. Fuori in attesa di risposte Camping Cig, Centro di solidarietà internazionalista Alta Maremma, Il sindacato è un'altra cosa, Restiamo Umani, Slaicobas, Unicobas, Partito Comunista, Partito comunista dei lavoratori, Partito dei Crac, Partito della rifondazione comunista, Potere al popolo, Sinistra Italiana, Un'altra Piombino nelle vesti di organizzatori; Unione sindacale di base e Ugl hanno aderito al presidio.

Solo a conclusione della riunione il sindaco Massimo Giuliani e l'assessore Marco Chiarei si sono intrattenuti con gli organizzatori del presidio sotto al palazzo, rispondendo alle domande e fornendo le informazioni di aggiornamento (leggi qui sotto gli articoli correlati).



Tag

Venezia sott'acqua, la peggiore marea degli ultimi 50 anni: le immagini dall'elicottero

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità