comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 15° 
Domani 16°19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 27 settembre 2020
corriere tv
Triplice fischio al funerale dell'arbitro De Santis, ucciso a Lecce con la fidanzata

Attualità mercoledì 08 marzo 2017 ore 18:00

Quando il nemico da battere è il Camping Cig

Emblematica la frase riportata dal Coordinamento in merito alle recenti dichiarazioni di Fim, Fiom e Uilm sulla questione Aferpi



PIOMBINO — "Siamo tutti d’accordo sul fatto che a Piombino si debba tornare a colare acciaio. Ma, per realizzare questo intento, è necessario costruire l’area a caldo con forni fusori e colate continue ed edificare opere civili e servizi alla siderurgia. Per concretizzare ciò necessitano ingenti risorse finanziarie (600/700 mil di euro) e tempi tecnici (36/48 mesi): in proposito, vorremmo capire quando questo accadrà e chi sarà l’imprenditore, sarà un privato oppure lo Stato? Finora, infatti, avevamo capito male parecchie cosette". 

Così il Coordinamento Art.1 - Camping Cig ha risposto al comunicato stampa delle segreterie sindacali Fim, Fiom e Uilm (leggi l'articolo correlato). "Ma non la segreteria Uglm, né le Rsu Aferpi e Piombino Logistics, a quanto pare", hanno sottolineato. 

"Il problema principale che pesa sul futuro dello stabilimento di Piombino non è la totale inaffidabilità di Rebrab, nè la colpevole latitanza del Governo e il brancolare delle istituzioni regionali e locali. - hanno continuato i tipi del coordinamento - Macché, il nemico da battere è il Coordinamento Art.1-Camping CIG. Verrebbe da ridere, se la situazione non fosse tragica, se non incombesse invece la drammatica necessità di riprendere l’attività produttiva e andare a un nuovo commissariamento, dopo avere allontanato Rebrab senza oneri per i lavoratori né per le casse dello Stato".

"Tranquilli, Fim Fiom e Uilm pensano a tutto loro, e sapranno risolvere brillantemente pure il problema principale, evidentemente rappresentato dal Camping Cig", una vena ironica chiosa il comunicato ricordando come i sindacati stiano chiedendo cose cose che Camping Cig chiede da mese, l'esempio la proroga dei termini della legge Marzano oltre il 30 giugno 2017.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Cronaca

Attualità