comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:58 METEO:PIOMBINO10°16°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 04 dicembre 2020
Tutti i titoli:
corriere tv
Com'è nata la Luna? La simulazione creata dal super computer

Elezioni 2020 lunedì 31 agosto 2020 ore 06:00

Caos per le due iniziative in piazza Cappelletti

Il Rivellino

Toscana A Sinistra aveva in programma una iniziativa di campagna elettorale in piazza Cappelletti. Annullata appena saputo dell'evento al Rivellino



PIOMBINO — Caos nel tardo pomeriggio di sabato 29 Agosto a causa di una sovrapposizione di iniziative nella zona di piazza Cappelletti a Piombino. 

In piazza Toscana A Sinistra aveva in programma dalle ore 21 una iniziativa di campagna elettorale per presentare i candidati della zona per Tommaso Fattori presidente della Regione Toscana. L'iniziativa è stata rinviata dagli organizzatori quando hanno saputo che a pochi metri di distanza, per la precisione all'interno del Rivellino, era prevista la serata finale della rassegna Covergreen. L'evento inizialmente era previsto in piazza Bovio ma già dalla mattinata gli organizzatori dell'associazione Covergreen avevano annunciato il cambio di location per maltempo.

"Prove di prepotenza o di disorganizzazione", tuona il Partito di Rifondazione Comunista a Piombino che in un post su Facebook ha denunciato l'accaduto. "Stasera avevamo un evento per la campagna elettorale delle regionali. Dalle ore 21, in piazza Cappelletti, i candidati del nostro territorio della lista Toscana a Sinistra avrebbero incontrato i cittadini. Abbiamo dovuto rimandare l’evento, perché a 2 metri di distanza, dentro il fortino del Torrione, si tiene il concerto organizzato da Covergreen, che originariamente doveva tenersi in Piazza Bovio, ma, causa maltempo, è stato spostato al Rivellino. La scelta, astrattamente comprensibile, è stata effettuata però senza, non solo una benché minima consultazione con noi, il Prc, quale componente di Toscana a Sinistra è l’organizzatore, ma neanche una telefonata di avvertimento. L’abbiamo saputo per caso. E’ chiaro che, con un concerto a pochi metri, per i nostri candidati sarebbe impossibile parlare ed essere compresi, anche con il microfono. Quindi abbiamo dovuto rimandare. Al peggio, ci saremmo dati fastidio a vicenda con chi avrebbe fatto lo spettacolo. Posto che gli spazi prenotati per la campagna elettorale hanno per legge la precedenza su tutto il resto, come vogliono i principi basilari della democrazia, sarebbe stato come minimo doveroso, oltre che garbato, consultarci, prima di decidere di spostare lo spettacolo a due metri da dove Toscana a Sinistra doveva fare l’evento. Neanche hanno fatto una telefonata di avvertimento, come se non avessero i numeri di telefono dei nostri segretari o del nostro consigliere comunale. L’altra ipotesi è che chi ha deciso di spostare lo spettacolo al Torrione, non sapesse che in piazza Cappelletti si doveva svolgere un evento di campagna elettorale. In entrambi i casi l’amministrazione fa una figuraccia: nel primo perché avrebbe compiuto un grave gesto di scorrettezza, oltre che di scortesia; nel secondo perché avrebbe dato prova di estrema disorganizzazione, atteso che, di solito, si presuppone che la mano destra sappia quello che fa la mano sinistra".

Arriva domenica con post su Facebook la comunicazione da parte dell'associazione Covergreen con la quale vengono fatte alcune precisazioni: "Lo spostamento al Rivellino era solo una ipotesi paventata qualora le condizioni meteo non ci avessero consentito di restare in piazza Bovio; noi ufficialmente non sapevamo nulla della concomitante manifestazione politica, e nemmeno eravamo tenuti a saperlo dal momento che abbiamo ottenuto le autorizzazioni necessarie; apprezziamo la decisione di Toscana a Sinistra di rimandare la loro manifestazione, anche se probabilmente i due eventi non si sarebbero dati molto fastidio acusticamente, dal momento che il nostro era una conversazione con volumi di parlato, come immaginiamo anche la loro; ci dispiace avere involontariamente provocato questa sovrapposizione, di cui ci scusiamo pur ritenendo di non avere nessuna responsabilità; se Toscana a Sinistra ci avesse fatto presente la cosa, avremmo rassicurato sul fatto che il nostro evento consisteva in una intervista, quindi non un concerto come scritto nel comunicato di Rifondazione Comunista. E forse si sarebbe convenuto di mantenere i due eventi in contemporanea".



Tag

Programmazione Cinema Farmacie di turno


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Attualità

Attualità