Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO20°23°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 19 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Frecce Tricolori, il video delle spettacolari evoluzioni sulle note di «Nessun Dorma»

Attualità mercoledì 30 giugno 2021 ore 13:53

Chiuso il reparto cure intermedie Covid a Piombino

Parte del personale impegnato in questi mesi alla Cure Intermedie di Piombino

Con la dimissione dell'ultima paziente e la diminuzione dei contagi termina il servizio attivato all'ospedale Villamarina



PIOMBINO — Chiude dopo oltre 7 mesi di attività il servizio di Cure Intermedie Covid ospitato dall’ospedale di Piombino.

“Lunedì scorso - ha spiegato Donatella Pagliacci, direttore della Società della Salute Valli Etrusche - è stata dimessa l'ultima paziente e, in ottemperanza al piano di descalation aziendale, e soprattutto in considerazione dei numeri fortunatamente molto limitati di contagi la struttura è stata chiusa oggi. Il bilancio dell’attività assicurata è davvero positivo. Dal 20 Novembre scorso, giorno di apertura, sono state ammesse 140 persone con una durata media della degenza pari a 21 giorni. L’apertura di posti letto di cure intermedie è stato fondamentale in questi mesi perché ha permesso di alleggerire la pressione sugli ospedali Covid dell’Azienda rappresentando un’ulteriore risorsa per il territorio in particolare per quei pazienti che, seppur in condizioni di stabilità e di miglioramento, necessitavano ancora di cure mediche prima di poter essere dimessi e ritornare al proprio domicilio. Infatti la maggior parte degli assistiti è stata dimessa al domicilio (91) in Rsa oppure in analogo servizio no-Covid (16) una volta divenuto negativo. Ancora una volta l’integrazione tra territorio ed ospedale – ha proseguito Pagliacci – ha permesso di rispondere in maniera più efficace alle esigenze dei cittadini. Per questo vorrei ringraziare anche a nome di tutti i sindaci delle Valli Etrusche su loro espressa richiesta, gli operatori sanitari che quotidianamente hanno svolto con impegno e professionalità il proprio prezioso lavoro a partire dalla Medicina con il primario Francesco Lombardini e il coordinatore infermieristico Gianni Giannini che hanno garantito supervisione clinica e gestione infermieristica. A questi voglio aggiungere un ringraziamento anche alla direzione infermieristica e sanitaria ospedaliera e all'Agenzia di Continuità Ospedale e Territorio per il fondamentale raccordo che è stato garantito. Da non trascurare l'impegno assicurato anche dell'Ospedale di Comunità e dell’Assistenza domiciliare Integrata (Adi) che in questo periodo hanno subito il disagio dello spostamento e del supporto complessivo al sistema territoriale".

Come spiegato nella nota inviata dall'Azienda Usl Toscana nord ovest, l'ospedale di Comunità ora potrà tornare nella sede propria. Ricordiamo che l'Ospedale di comunità durante questi 7 mesi era stato trasferito presso il reparto di ostetricia chiuso dopo lo stop del punto nascita.

"E con l'occasione - ha concluso il direttore della Società della Salute Valli Etrusche - vorrei salutare in particolare Paolo Galoppini, recentemente incaricato della direzione Infermieristica di Lucca e Ivano Landi, coordinatore dell'ospedale di comunità che andrà in pensione nei prossimi giorni”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La sala operativa della Protezione civile regionale ha emesso un'allerta meteo con codice giallo per la costa e le isole dell’Arcipelago toscano
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Cronaca