QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 10° 
Domani 10°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 12 dicembre 2019

Attualità mercoledì 11 settembre 2019 ore 16:18

Contributi per garantire l'accesso agli asili nido

Il contributo della Fondazione Livorno in aggiunta a quello erogato dal Miur permetterà di sostenere le famiglie in difficoltà economica



PIOMBINO — Per il sesto anno consecutivo, la Fondazione Livorno ha accordato al Comune di Piombino un contributo di 50mila euro per consentire la frequenza dei nidi d’infanzia a costo zero, da parte di 13 bambini provenienti da famiglie con una situazione economica svantaggiata, seguiti dal Servizio sociale professionale. A queste risorse si aggiungeranno per l’anno scolastico 2019-2020 altri 32mila euro che l’amministrazione comunale mette a disposizione come quota parte del contributo che viene erogato dal Miur, per poter incrementare fino a 20 il numero di bambini da accogliere.

Le risorse messe a disposizione garantiranno la copertura delle spese per tutto l’anno scolastico, da Settembre 2019 fino a Giugno 2020.

Tra la Fondazione Livorno e i servizi educativi che saranno interessati dall’iniziativa saranno stipulati delle convenzioni per garantire la gestione del progetto stesso. Sarà il Servizio sociale professionale a segnalare al Comune i nominativi delle famiglie che potranno usufruire di questi benefici.

“Si tratta di un'azione concreta che, oltre a sostenere le famiglie in difficoltà, ha l’obiettivo di valorizzare e promuovere i servizi per la prima infanzia, come luoghi di crescita dei bambini e di accompagnamento alle famiglie. - ha spiegato l'assessora alla Pubblica Istruzione Simona Cresci - Fare rete con il territorio per investire sull’infanzia e contrastare lo svantaggio sociale è fondamentale, per riuscire a garantire le stesse opportunità educative a tutti”.

Un’azione di sostegno che viene ribadita anche dall’assessore al sociale Gianluigi Palombi. “E’ importante che l’amministrazione, anche grazie all’aiuto esterno della Fondazione Livorno, porti avanti una politica di sostegno per contenere il disagio. – ha affermato Palombi – Rimane tuttavia fondamentale agire anche sul lungo periodo, mettendo in atto azioni politiche strutturali lungimiranti necessarie a far ripartire l’economia locale”.

Gli asili nido, insieme al Centro educativo di via delle Medaglie d’Oro, sono servizi per la prima infanzia finalizzati al benessere del bambino e si caratterizzano per l'offerta di opportunità educative che favoriscono lo sviluppo delle sue potenzialità, in accordo ed in appoggio alla famiglia. Accolgono bambini da 0 a 3 anni e rispettano il calendario scolastico da Settembre a Giugno.
A Piombino ci sono 5 nidi privati accreditati: il nido Hop-la' in via San Francesco 18, il nido domiciliare Il Bruco in via Marco Polo 7, il nido La Tribù degli Gnomi in via Buozzi 5/A, L’Elfo del Bosco in via 2 Giugno 9/A, l’Arcobaleno in via Modigliani 51. A questi si aggiunge il nido comunale Il Panda in via Medaglie d’Oro.

Per informazioni è possibile contattare il servizio Scuola Infanzia Educazione o l’Ufficio Urp del Comune di Piombino.



Tag

Grassi passa alla Lega, il suo intervento in Senato: "Non mi riconosco piu' nelle politiche del M5s"

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità