Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO24°26°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 01 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La gioia di Centracchio e Giuffrida, bronzo nello judo: «Volevamo fare le ballerine»

Lavoro giovedì 15 aprile 2021 ore 14:35

Crisi Douglas, sì all'apertura dei tavoli di crisi

Un negozio Douglas

"La Regione difenderà i posti di lavoro", ha commentato la consigliera regionale Galletti dopo il voto favorevole alla mozione del Movimento 5 Stelle



PIOMBINO — “Il voto favorevole al nostro atto mette nero su bianco l’impegno della Regione Toscana, che si attiverà immediatamente per l’apertura di due tavoli di crisi: uno presso la Giunta Regionale e l’altro al Ministero dello Sviluppo Economico, per difendere le lavoratrici toscane della catena di profumerie Douglas, dai tagli al personale previsti dall’azienda a causa degli effetti dell’emergenza sanitaria”.

Così Irene Galletti, Capogruppo del Movimento 5 Stelle Toscana, hanno commentato l’esito del voto alla sua mozione in difesa delle lavoratrici e dei lavoratori di Douglas Italia. Nelle scorse settimane Douglas Profumerie aveva comunicato che entro Gennaio 2022 chiuderà 128 negozi in Italia su 507, 500 in Europa su 2.400. Al momento risultano coinvolti i negozi di Poggibonsi (già chiuso), Calenzano, Pisa, Venturina, Navacchio, Montecatini Terme, Piombino, Follonica, Pistoia, Siena e Borgo San Lorenzo. I punti vendita per i quali è prevista la riorganizzazione dovrebbero essere 17 in tutta la Toscana, 2 a Firenze che ha negozi in viale dei Mille, via Panzani e via Milanesi oltre che in provincia, 1 a Prato che ha negozi in Corso Garibaldi, Via Ricasoli, via Targetti, via Pistoiese, Parco Prato ed altri in provincia, 3 a Siena che ha negozi in via Banchi di Sotto, piazza Matteotti, Via Massetana Romana ed altri in provincia,3 a Pisa che ha negozi in via Matteucci e Corso Italia oltre che in provincia, 2 a Livorno che ha negozi in via Gino Graziani, via Grande, via Ricasoli ed altri in provincia, 2 a Pistoia che ha negozi in piazza Gavinana e via Buozzi, 2 a Grosseto che ha negozi in Corso Carducci, via della Pace, Via Ecuador, 1 a Massa che ha negozi in via Marina Vecchia e via Massa Avenza oltre che in provincia, ed 1 ad Arezzo che ha negozi in Corso Italia e viale Giovanni Amendola oltre che nella provincia (leggi qui sotto gli articoli collegati).

“Opporsi a tutto questo era necessario e grazie al voto favorevole al nostro atto, abbiamo tracciato un primo importante passo verso un serio confronto tra le parti, affinché si possa trovare una soluzione rapida e condivisa, a beneficio di tutti, soprattutto del personale interessato dal piano di razionalizzazione di Douglas”, ha concluso Galletti.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Sala operativa della Protezione civile ha emesso codice giallo per la notte e le prime ore della mattina di domenica 1 Agosto
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità