Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:07 METEO:PIOMBINO9°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
lunedì 26 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
«Viva la libertà, dannazione!»: Milei abbraccia Trump

Politica sabato 25 marzo 2023 ore 19:40

"Assenza Asl e Arpat ci sorprende non poco"

Forza Italia e Alleanza per Piombino hanno criticato i due organi deputati al controllo delle demolizioni nell'area delle acciaierie



PIOMBINO — Si è svolto nei giorni scorsi il tavolo della sicurezza per le demolizioni, ma Asl e Arpat non hanno presenziato. Il fatto non è andato già a Forza Italia e Alleanza per Piombino che hanno contestato l'assenza dei due Enti. 

"Come Forza Italia siamo venuti a conoscenza che il tavolo della sicurezza per le demolizioni Jsw, convocato dall'amministrazione, che tanta preoccupazione desta nei cittadini, alla luce degli episodi di polveri, rumori e in ultimo un principio di incendio all'interno delle acciaierie, non ha visto la presenza di Asl ed Arpat. - si legge in una nota - Ricordiamo che sono gli organi di vigilanza e controllo deputati alla sicurezza del cantiere in essere, e la loro assenza ci sorprende non poco. Tali organismi debbono partecipare per rassicurare i cittadini e auspichiamo che non si sottrarranno alla prossima convocazione dell'amministrazione comunale. La salute e sicurezza del cantiere deve essere una priorità".

"L'atteggiamento incomprensibile e intollerabile di Asl e Arpat per la mancata partecipazione al tavolo tecnico convocato dal Comune di Piombino qualche giorno fa riguardo alle demolizioni in fabbrica lascerebbe stupefatti chiunque. - ha proseguito Alleanza per Piombino - Se con Asl abbiamo imparato già che di Piombino interessa ben poco, vedasi la questione dell'ospedale, ci saremmo aspettati una posizione ben più collaborativa per quanto riguarda il problema delle polveri causate dalle demolizioni di impianti vetusti e non più utilizzati da Jsw. A quel tavolo c'erano presenti anche i sindacati, e l'assenza di due istituzioni fondamentali come Asl e Arpat fa sì che alcune decisioni da prendere devono forzatamente essere rimandate, e a rimetterci sono i cittadini, soprattutto quelli vicini al perimetro interessato. Atteso che Alleanza per Piombino trovi essenziale l'abbattimento di quelle strutture per riportare alla città territorio da sfruttare in altro modo, la questione della salute sia dei lavoratori presenti in fabbrica e quella dei cittadini è prioritaria. Bene quindi ha fatto l'amministrazione comunale a convocare quel tavolo, sperando che i due soggetti mancanti possano presentarsi al prossimo appuntamento così da iniziare un percorso serio che non veda più casi come a quelli che abbiamo già assistito".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Su #tuttoPIOMBINO di QUInews Valdicornia “Modi di dire ancor più lontani e desueti” di Gordiano Lupi. Foto di Riccardo Marchionni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Politica

Attualità