Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:52 METEO:PIOMBINO13°17°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 29 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanità, la classifica dei 250 migliori ospedali al mondo di Newsweek: Roma batte Milano

Attualità lunedì 31 luglio 2023 ore 06:00

Nuovo esposto dopo le polveri sulla città

I sindacati: "L'inaffidabilità dell'attuale dirigenza Jsw e della ditta appaltatrice sono evidenti e non sono sufficienti poche righe di scuse"



PIOMBINO — "Nei prossimi giorni sarà inviato alla Magistratura l'esposto preparato dagli uffici legali di Fim, Fiom e Uilm affinché venga fatta chiarezza sull'accaduto per evitare che altri episodi simili possano riaccadere".

Così i sindacati hanno annunciato una netta presa di posizione dopo la nuvola di polvere che si è abbattuta sulla città durante le demolizioni dell'ex area a caldo nello stabilimento Jsw.

"In questi mesi il sindacato ha chiesto più volte all'Amministrazione Comunale e all'Assessore di organizzare incontri con Asl e Arpat, con la presenza dei responsabili dell'azienda appaltante e appaltatrice, perché ritenevamo che i lavori stessero avvenendo in maniera approssimativa e non garantissero il rispetto delle norme su ambiente e sicurezza. - hanno commentato - Ricordiamo i molti polveroni diffusi all'interno dello stabilimento ed in città durante gli smantellamenti e il grave incendio dello scorso Marzo durante la demolizione del gasometro. Purtroppo ancora una volta gli allarmi lanciati da Fim-Fiom-Uilm sono rimasti inascoltati dalle Istituzioni coinvolte, dagli Enti preposti e da molte figure politiche locali. Oggi, seppur corrette, ci appaiono stucchevoli e fuori tempo massimo le prese di posizione sull'inaccettabilità di ciò che è avvenuto ieri sera durante la demolizioni di una parte dei convertitori".

"L'inaffidabilità dell'attuale dirigenza Jsw e della ditta appaltatrice sono evidenti e non possono essere sufficienti poche righe di scuse per essere giustificati quando si mette a rischio la salute e sicurezza dei lavoratori e della cittadinanza. - hanno proseguito - Tanto più che sembra addirittura che i mezzi necessari per mitigare la polvere prodotta durante le demolizioni ieri sera non fossero funzionanti. Oggi apprendiamo che le demolizioni saranno sospese fino a Settembre quando sembra che arriveranno nuovi irrigatori e cannoni spara acqua per mitigare le polveri. Come Fim-Fiom-Uilm riteniamo che si debba andare a fondo a questa vicenda per tutelare la salute e sicurezza dei cittadini e di tutti i lavoratori del Gruppo Jsw, Liberty Magona e quelli delle varie aziende coinvolte".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Rifondazione e M5s: "Non crediamo a apparentamenti trasversali o a liste che si spogliano dei simboli partitici mascherandosi dietro al civismo”
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità