Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:22 METEO:PIOMBINO12°13°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 01 marzo 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Minaccia di buttarsi dal balcone per 44 ore. Alla fine lo bloccano così

Attualità venerdì 28 luglio 2023 ore 18:43

Polveri sulla città, “disattese le prescrizioni”

È l’Arpat a intervenire a seguito delle polveri sollevate durante le demolizioni nell’area delle acciaierie di Piombino



PIOMBINO — A seguito di alcune segnalazioni di notevoli quantitativi di polveri all’esterno dell’area di cantiere e dello stabilimento, giovedì 27 luglio il personale del Dipartimento ARPAT di Piombino (LI) ha effettuato due sopralluoghi, uno presso l’area delle ex acciaierie dove mercoledì 26 è avvenuta la demolizione di una porzione di capannone dell’impianto "Ex convertitori", e l’altro presso un’abitazione.

Dal sopralluogo di giovedì 27 presso l’area è emerso che la Ditta incaricata dal gruppo Jsw non ha rispettato le prescrizioni impartite da ARPAT nell’ambito degli Accordi di programma, in cui le varie istituzioni sono chiamate a vigilare sugli adempimenti richiesti e sono venuti meno gli accordi sull’adozione di adeguate misure di mitigazione per le polveri da demolizione. Inoltre, le operazioni che hanno provocato la diffusione delle polveri nella giornata di mercoledì 26 luglio non sono state preventivamente comunicate ad ARPAT, come invece prescritto, né è stato presentato, come richiesto dall’Agenzia, un piano di demolizione particolareggiato di questo impianto.

Episodi analoghi a quelli accaduti mercoledì 26 luglio non incidono in modo determinante sulla qualità dell’aria, perché - fortunatamente - si caratterizzano come episodi intensi ma di breve durata che si disperdono rapidamente nell’aria.

spolverino.jpgDurante i sopralluoghi sono stati effettuati campionamenti per la ricerca di metalli, IPA e PCBpresso un’abitazione dove è stata rilevata la presenza di polveri, per capire se questa sia riconducibile all’impianto.

L’Agenzia interviene con fermezza su quanto accaduto. Il Direttore generale di ARPAT, Pietro Rubellini, esprime indignazione per il comportamento della Ditta, dopo che più volte aveva effettuato sopralluoghi nell'area ed aveva ricevuto conferma da parte della ditta che si sarebbe impegnata a rispettare le condizioni per evitare situazioni come quella che invece si è verificata nella giornata di mercoledì 26. Il Direttore si attiverà per verificare le necessità di segnalare eventuali sopravvenienze di reato in merito a quanto accaduto.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Tutto è iniziato con un messaggio di richiesta di aiuto che ha portato l'anziana madre a effettuare il versamento. Poi la scoperta del raggiro
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Attualità

Attualità

Attualità