QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 13° 
Domani 10°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 14 dicembre 2019

Politica domenica 29 settembre 2019 ore 12:05

Discarica, "passare dai comunicati agli atti"

Anche il Movimento 5 Stelle mette alle strette il sindaco Ferrari e la giunta: "L'invio di nuove valutazioni è di una gravità assoluta"



PIOMBINO — "La giunta Ferrari ha vinto le elezioni sbandierando lo stop al raddoppio della discarica come cosa semplice e indolore. Se questo strategicamente è risultato efficace da un punto di vista elettorale, ora bisogna però fare i conti con una realtà complessa e con le sue conseguenze". Lo dice il Movimento 5 Stelle in un post pubblicato sulla loro pagina Facebook a seguito delle recenti questioni legate alla discarica Rimateria e alla nuova documentazione inviata in Regione a firma del neopresidente Francesco Pellati (leggi qui l'articolo correlato).

"L'ultima notizia, relativa all'invio di nuove valutazioni a sostegno della nuova discarica da realizzare sull'area LI53 a Ischia di Crociano, è di una gravità assoluta e impone di fare alcune riflessioni. Noi dicevamo che gli atti predisposti dal Pd avevano creato un garbuglio di difficile gestione, la cui risoluzione passava dal superamento della privatizzazione. Ora le cose stanno andando avanti e ci chiediamo quali atti l'attuale amministrazione voglia realizzare per ottemperare a quanto promesso alla città", ha spiegato.

Le questioni sono: "La parte pubblica ha la possibilità di imporre il proprio volere indicando il nuovo piano industriale, sapendo che i privati potrebbero non accettarlo e saremmo tenuti a liquidarli? Ferrari e Piacentini vogliono usare questa arma? Il neopresidente Pellati, per evitare di aggiungere un nuovo tassello a favore della discarica, poteva non controfirmare la documentazione, prendere tempo analizzando i testi, centinaia di pagine, o rassegnare magari le dimissioni procrastinandone l'invio? Il Ministero ha ricevuto atti che segnino una inversione di direzione nei desideri della comunità locale o, ancora oggi, gli atti dicono che i piombinesi, attraverso la propria amministrazione, pretendono di bonificare l'area LI53 per farci una nuova enorme discarica? I carotaggi, le stazioni di monitoraggio, l'accessibilità di tutta la documentazione in tempo reale sono impegni che verrano rispettati urgentemente? Le destinazioni d'uso per i terreni di Rimateria e circostanti verranno modificate per evitare il realizzarsi del Polo Italiano Rifiuti? Perché, per dirla tutta, Rimateria è solo un tassello di un più grande disegno che muove appetiti e interessi".

"Insomma, - hanno concluso - c'è da cambiare direzione oltre che marcia e i tempi sono sempre più stretti. Se, finalmente, vorranno passare dalle lettere e i comunicati, alle azioni e agli atti amministrativi, il Movimento 5 Stelle è pronto a sostenere tale nuova linea. Se vi sono documenti già inviati, che siano resi pubblici. Se l'immane lavoro, complesso e doloroso, è ritenuto al di sopra delle proprie possibilità, si presentino le dimissioni e si rivoti".



Tag

Sardine, Conte: "Disponibile ad incontrarli se loro vogliono"

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità