QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 16°17° 
Domani 18°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 16 ottobre 2019

Politica mercoledì 19 dicembre 2018 ore 19:13

Frattura Pd, Unione comunale nel caos

Bruna Geri

Gli anselmiani si sono dimessi in blocco sfiduciando la segretaria Bruna Geri. Attesa una presa di posizione del segretario di federazione Roventini



PIOMBINO — Dopo le dimissioni di Alberti Alselmi da vicesegretario dell'Unione comunale Pd, sono scattate le dimissioni in blocco dei membri della segreteria dell'Unione comunale afferenti alla mozione congressuale Roventini/Anselmi. Il motivo? Totale disaccordo con la gestione del segretario, come confermato dallo stesso Alberto Anselmi in un post su Facebook.

Ora si aggiunge la firma da parte di una cinquantina di membri, la maggior parte dei quali della segreteria dell'Unione comunale Pd, di un documento in cui si chiedono le dimissioni della segretaria Bruna Geri. Tra i firmatari Andrea Toninelli, Marco Pellegrini, Walter Calvi, Riccardo Pellegrini, Gianpiero Vaccaro, Gianna Madau, Paola Pizzi e Alessandro Leporatti. L'obiettivo? Aprire una nuova fase, rispettando il peso delle componenti vincenti maggioritarie sia a livello di Federazione locale sia nella segreteria regionale. A mancare secondo i dimissionari il confronto su tematiche nevralgiche come il confronto sulla discarica e quelle in preparazione per le elezioni amministrative.

"Avremmo preferito che i suddetti esponenti avessero espresso le loro opinioni partecipando alle riunioni del Pd, che sono state invece puntualmente disertare, prima di post sui social e comunicazioni alla stampa, considerato che gli stessi fanno tutti parte dell'attuale gruppo dirigente del partito. A chi accusa della mancanza di discussione rispondiamo con qualche numero: da maggio ad oggi sono state convocate 12 segreterie, 10 assemblee degli iscritti nei circoli, 6 direzioni, una trentina di dibattiti pubblici tra Feste de l'unità e incontri tematici ai quali da inizio estate gli stessi sottoscrittori non hanno partecipato", hanno ribattuto in una nota Bruna Geri, Simone De Rosas, Matteo Brogioni, Alberta Ticciati, Maida Mataloni, Ilvio Camberini, Marco Macchioni, Carla Maestrini, Rinaldo Barsotti, Margherita Di Giorgi, Enzo De Bonis, Monica Braschi e Claudio Cerrini. 

"Di fronte alla destra che avanza decidere di dividere il Pd e il centrosinistra è una scelta irresponsabile e inaccettabile. - hanno aggiunto - Sapendo bene che mettere in discussione il segretario comunale di Piombino significa anche mettere in discussione tutti gli altri segretari, ci domandiamo per quale motivo a pochi mesi dalle elezioni amministrative il gruppo che fa capo al consigliere regionale Gianni Anselmi, che è stato uno dei firmatari di quell'accordo, intenda far franare tutto".

Che sia dunque tutta una mossa dell'area renziana per aprire una strada verso i comitati civici per le prossime elezioni amministrative a Piombino e in Val di Cornia? 

"Chiediamo al segretario di federazione che quanto e più di noi è garante dell'accordo che ci tiene insieme e complessivamente dell'unita del partito, di prendere posizione. In caso contrario si prenderà atto della caduta definitiva di un intero gruppo dirigente e si restituisca la parola agli iscritti con un congresso", hanno concluso rispondendo alla mozione di sfiducia.

Dina Maria Laurenzi
© Riproduzione riservata



Tag

Siria, Trump: "Tradimento? I Curdi non ci aiutarono durante la Seconda Guerra Mondiale"

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità