Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:10 METEO:PIOMBINO20°22°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 19 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Ucraina, le forze speciali di Kiev fanno saltare in aria ponti strategici: così l'avanzata russa viene fermata

Politica lunedì 03 gennaio 2022 ore 17:27

Guardia medica, “scarico di responsabilità”

Foto di repertorio

Unione comunale e i gruppi Pd e Con Anna per Piombino: “Il compito dell'amministrazione non è denunciare i disservizi, ma operare per prevenirli”



PIOMBINO — Nei giorni scorsi, a Piombino, l'ambulatorio di continuità assistenziale, per intendersi del servizio di guardia medica, è stato temporaneamente chiuso per problemi organizzativi e la Asl ha indirizzato i cittadini agli ambulatori di San Vincenzo e  Donoratico (leggi qui sotto gli articoli collegati).

“Ciò che è accaduto è inammissibile e richiede un immediato intervento della Asl affinché questo grave disservizio si risolva a breve e non si ripeta. Sul piano politico ci colpisce ciò che afferma il sindaco Ferrari, il quale, sulla stampa, esprime la propria indignazione per l'accaduto, scaricando tutta la colpa sul governo regionale e sulla Asl, lamentandosi del cattivo stato del nostro nosocomio”. Questo in prima battuta il commento di Unione comunale Pd e dei gruppi consiliari Pd e Con Anna per Piombino.

“Il sindaco e l'assessore Carla Bezzini denunciano, poi, la mancanza di pianificazione di cui la nostra sanità sarebbe vittima. - hanno proseguito - Al di là del fatto che anche questo episodio dovrebbe dimostrare che la sanità non è fatta del solo ospedale, ma anche di servizi territoriali complessi dei quali non si parla quasi più, ci sembra ancora una volta improprio, da parte di chi governa la città da due anni e mezzo, esercitare solo il sistematico scarico di responsabilità sugli altri (colpa di quelli di prima, colpa della Regione)”.

“Se il problema della dotazione di personale per la guardia medica era noto, come dice Ferrari, quali atti concreti ha messo in campo l'amministrazione per arrivare ad una soluzione? Quali proposte sono state avanzate nelle sedi pubbliche ed istituzionali nelle quali l'amministrazione rappresenta i cittadini sui temi della sanità? Il compito dell'amministrazione non è denunciare i disservizi, ma operare per prevenirli. Noi siamo disposti a farci carico, nell'interesse della collettività, di un confronto con il governo regionale a difesa dei nostri servizi”.

Per l’Unione comunale e i gruppi di centrosinistra l’Amministrazione deve iniziare ad assumersi le responsabilità che le sono proprie e tra queste come evidenziato dall’opposizione ci sarebbe proprio “quella di partecipare alla pianificazione e alla definizione delle decisioni sulla sanità, sia direttamente che attraverso la Società della Salute, della quale, per altro, l'assessore Bezzini è vicepresidente, esercitando il proprio peso politico, se ne possiede uno”.

“Siamo disposti a confrontarci, anche duramente, con la Regione, nei modi e nelle forme che servono, ma in questo abbiamo bisogno di un interlocutore che faccia la propria parte. Questa città ha bisogno di un'opposizione, ma soprattutto ha bisogno di un governo. Due opposizioni non servono a nessuno”, hanno concluso. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Le navi da crociera tornano a farsi vedere nello scalo con l'approdo della Marella Discovery 2.
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità