QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 10° 
Domani 10°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 12 dicembre 2019

Attualità lunedì 19 agosto 2019 ore 15:24

Il braccialetto di una bambina di 2000 anni fa

Il braccialetto d'argento della bambina ritrovato negli scavi di Baratti
Foto di: Trust Sostratos, pagina Facebook

Un braccialetto d'argento è stato trovato in una sepoltura durante gli scavi archeologici a Baratti. Ultimo segno d'amore dei genitori per la piccola



PIOMBINO — Le zone di Baratti e Populonia non finiscono mai di stupire perché oltre alla storia già nota collegata in particolare alla civiltà etrusca, spesso dagli scavi emergono nuovi indizi e scoperte di cui gli archeologi e gli studiosi devono ricostruire le storie per poi riconsegnarle alla memoria collettiva.

Nei giorni scorsi, mentre un gruppo di archeologi stava eseguendo degli scavi sul sito della Porcareccia, a Baratti, si sono imbattuti in una scoperta molto particolare. Hanno infatti trovato una sepoltura che hanno definito "modesta" ma all'interno di essa, incrostata nella terra è stato rinvenuto un braccialetto d'argento a tortiglione con la chiusura in oro.

Il braccialetto, perfettamente conservato, secondo gli archeologi apparteneva ad una bambina di circa 2 o 3 anni di età ed è databile probabilmente all'età tardoantica, quindi potrebbe avere oltre 1600 anni. Questo ritrovamento molto particolare è stato interpretato dagli come l'ultimo segno d'amore dei genitori verso la loro piccola bambina scomparsa.

La notizia è stata diffusa sulla pagina Facebook del gruppo Trust Sostratos, che si occupa di progetti culturali. Il ritrovamento è avvenuto il 14 Agosto scorso. 

Gli archeologi hanno anche voluto dare un nome alla piccola bambina alla quale apparteneva il braccialetto, proprio per fissare in qualche modo la storia e trarla fuori dall'anonimato, l'hanno chiamata "Beppina".

Nel 2018 nel parco archeologico di Baratti ha portato la ricerca archeologica in primo piano con la scoperta del quartiere abitativo etrusco della Porcareccia e la ripresa delle indagini molto promettenti intorno alla tomba del Bronzetto di Offerente, che hanno rivelato una parte del sepolcreto ancora inviolata.



Tag

Grassi passa alla Lega, il suo intervento in Senato: "Non mi riconosco piu' nelle politiche del M5s"

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità