Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO20°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
venerdì 23 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
L'Italia si riprende la vita ma evitiamo gli eccessi

Politica giovedì 08 aprile 2021 ore 08:24

In Consiglio la mozione per Patrick Zaki

Patrick Zaki

Pd e Con Anna chiedono il conferimento della cittadinanza italiana onoraria e l'impegno del Governo. "Non possiamo permetterci un nuovo caso Regeni"



PIOMBINO — Porta la firma dei consiglieri Marco Pellegrini, Anna Tempestini e Bernardo Giannoni del Pd e Con Anna per Piombino la mozione per la cittadinanza italiana onoraria a Patrick Zaki.

Come hanno ricordato i due gruppi consiliari, Patrick George Zaki è un ragazzo di 27 anni di origine egiziana che ha deciso di investire parte della sua formazione accademica in Italia, presso l’Alma Mater Studiorum di Bologna. Ricercatore presso la Ong egiziana Egyptian Initiative for Personal Rights, nell’Agosto 2019 si trasferisce in Italia per partecipare al Gemma, un corso di Laurea Magistrale presso l’Università di Bologna, inserito nel programma Erasmus Mundus, con un curriculum dedicato agli Studi di Genere e delle donne. La mattina del 7 Febbraio 2020, rientrando nel suo paese, per una visita ai suoi familiari presso la sua città natale, Mansoura, all’aeroporto del Cairo, agenti dell’Agenzia di Sicurezza Nazionale (NSI) egiziana lo hanno preso in custodia, facendolo sparire per le successive 24 ore. Come riferito dai suoi legali, in questo lasso di tempo Patrick è stato picchiato, sottoposto ad elettroshock, minacciato ed interrogato circa il suo lavoro ed il suo attivismo tra diritti umani e civili. Inconsapevole del mandato di arresto che pendeva sulla sua testa da Settembre 2019, Patrick compare l’8 Febbraio di fronte ad un pubblico ministero insieme ad una lista di accuse, tra cui la pubblicazione di voci e notizie false volte a disturbare la pace e fomentare il caos, l’incitamento alla protesta, la richiesta del rovesciamento dello Stato, nonché la gestione di un account social attraverso il quale avrebbe istigato all’utilizzo della violenza e di atti terroristici con il fine di minare l’ordine precostituito e la sicurezza pubblica. La carcerazione continua ad essere prolungata, l’ultima proroga risale al 7 Dicembre.

"La vicenda di Patrick ricorda purtroppo da vicino la storia di Giulio Regeni. Il dottorando italiano presso l’Università di Cambridge, in Egitto per svolgere una ricerca sui sindacati indipendenti egiziani scomparve il 25 Gennaio 2016 fino al 3 Febbraio quando il corpo nudo e mutilato, fu ritrovato in un fosso, lungo la strada del deserto Cairo-Alessandria, alla periferia del Cairo. Non possiamo permetterci un nuovo caso Regeni, - hanno commentato - accanto alla continua ricerca della verità per quest’ultimo, dobbiamo impegnarci affinché la violazione dei diritti umani nei confronti di Patrick Zaki non sfoci in una nuova tragedia".

Realtà associative, accademiche, politiche e istituzionali di tutta Italia si stanno impegnando per tenere alta l'attenzione sul caso avviando una campagna nazionale. Per questo i gruppi consiliari chiedono a sindaco e giunta di attivarsi affinché "chieda al Governo italiano di conferire la cittadinanza Italiana per meriti speciali a Patrick Zaki, in riferimento al 2^ comma dell’articolo 9 della legge sulla cittadinanza Italiana; esprima solidarietà, sostegno e vicinanza alla famiglia e alle Università di Bologna e Granada; chieda al Governo italiano di impegnarsi a promuovere in tutte le sedi istituzionali opportune, con particolare riferimento all’Unione Europea, affinché si attivino per il rilascio di Patrick Zaki".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Da domenica 25 Aprile dall'incrocio con Viale Amendola fino a via Salivoli la strada sarà chiusa al traffico veicolare
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Lavoro

Politica