comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:44 METEO:PIOMBINO12°15°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 29 ottobre 2020
corriere tv
Piazze in fiamme in Italia: guerriglia da Nord a Sud contro il Dpcm

Attualità venerdì 07 febbraio 2020 ore 18:39

"Increduli per le osservazioni di Legambiente"

Il Comitato Salute Pubblica scrive a Legambiente Toscana e Legambiente Italia. "Delusi da chi dovrebbe tutelarci ed invece pensa alla sostenibilità di una discarica"



PIOMBINO — "Ma cosa ne pensano Legambiente Nazionale e Regionale?", se lo domandano le circa quattrocento persone iscritte al Comitato Salute Pubblica dopo aver letto le osservazioni alla Variante Rimateria presentate da Legambiente Val di Cornia.

In una lettera indirizzata proprio a Legambiente Italia e Legambiente Toscana il Comitato ripercorre le criticità sollevate e denunciate in questi due anni, "una discarica che attualmente è circa 1,850 milioni di metri cubi pervenuti da nove regioni italiane, non un grammo dal nostro Sin e che ha recentemente ottenuto la Via per altri 2,850 milioni di metri cubi di rifiuti speciali. - hanno ricordato - Alcuni di noi vivono vicinissimi alla discarica, a circa 200 metri, subendo enormi disagi da questa azienda, RiMateria. La società che gestisce la discarica è oggetto di continue diffide da parte della Regione Toscana inerenti la gestione della produzione del percolato e del biogas poiché mancano le coperture sia provvisorie che definitive. I cittadini di Piombino si trovano a dover convivere con i disagi di una discarica di rifiuti speciali che avrebbe dovuto smaltire i rifiuti del Sin di Piombino ma che neanche un grammo di quei rifiuti ha smaltito in tutti questi anni".

"Siamo rimasti perplessi quindi, ed in alcuni casi increduli, davanti alle nove osservazioni che il Circolo Legambiente della Val di Cornia, ha appena presentato in Comune sulla Variante urbanistica stessa. - hanno commentato - Queste nove osservazioni a noi sembrano più un’arringa a sostegno dell’ampliamento di un impianto di rifiuti, una posizione per niente rispettosa dell’ambiente ma molto vicina a una certa parte politica".

"Contrariamente a quanto sostenuto dal vostro delegato, - si legge nella lettera - il Comitato ritiene estremamente pericoloso considerare la discarica di Ischia di Crociano a servizio delle bonifiche in quanto ad oggi non è partito nessun progetto di bonifica, non si parla di demolizioni d'impianti e nelle aree che un tempo erano destinate a zone cuscinetto a verde per la città, insistono ed insisteranno impianti industriali siderurgici. A Piombino sono arrivati solo rifiuti da fuori, nonostante la discarica sia presente dal 1997".

Per il Comitato ben venga il parco urbano previsto dalla Variante Rimateria. "Questa variante - spiegano - a nostro modo di vedere ci tutela molto di più perché allontanerebbe il perimetro della discarica dalle nostre case, permetterebbe un maggiore filtro con essa, sarebbe finalmente chiaro a tutti che da una parte ci sono i rifiuti che devono essere messi in sicurezza e dall’altra la città".

Soprattutto rimaniamo meravigliati di quanto contiamo assai poco come cittadini e residenti per un'associazione che ha scelto come sua missione la difesa dell'ambiente! Per questo ribadiamo che la posizione assunta da Legambiente Val di Cornia sia una posizione politica e che di fatto non rientra nelle sue competenze. Dopo mesi di una lotta senza interruzioni, siamo stanchi e delusi da chi dovrebbe tutelarci ed invece pensa alla sostenibilità di una discarica".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Politica

Cronaca