comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:53 METEO:PIOMBINO10°18°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
mercoledì 21 ottobre 2020
corriere tv
Neri Marcorè è il professor Cacciari, gag con Lili Gruber a «Di Martedì»

Elezioni 2020 sabato 12 settembre 2020 ore 10:21

"La Regione ha abbandonato i cittadini piombinesi"

Irene Galletti

Irene Galletti, candidata presidente della Regione Toscana per il Movimento 5 Stelle, ha incontrato i cittadini. Fa il punto su sanità e discarica



PIOMBINO — “Negli ultimi anni a Piombino si sono moltiplicate le chiusure dei reparti dell’ospedale di Villamarina, mentre l’iter autorizzativo per l’ampliamento della discarica di Rimateria procede spedito. In pratica si continua ad avvelenare il territorio e smantellare la sanità territoriale. In poche parole, la Regione ha abbandonato i cittadini piombinesi. È il momento di imprimere un cambio di passo, ribaltando le priorità per questa città”. Così Irene Galletti, candidata alla presidenza della Toscana per il Movimento 5 stelle a Piombino, insieme ai consiglieri comunali M5s, Daniele Pasquinelli ed Emanuele Orlandini, ha incontrato cittadini e comitati, per poi concludere la sua giornata in piazza insieme ai candidati nella circoscrizione Livorno (Alessandra Rossi, Alessandro Aurigi, Leonardo Apolloni e Daniele Esposito). 

“Per quanto riguarda la discarica la miglior soluzione è quella di affamarla, rendendola non conveniente. – ha proposto Galletti – Per farlo mettiamo a disposizione di chiunque governerà la Regione il nostro piano industriale sui rifiuti che, attraverso la realizzazione di impianti di trattamento dei materiali urbani e industriali, un miliardo di euro di investimenti e la creazione di 11mila posti di lavoro, ridurrà progressivamente i prodotti speciali di cui si nutre la discarica di Rimateria. Nel frattempo l’amministrazione avrà il tempo di fare le sue valutazioni e intraprendere le iniziative che riterrà più opportune dal punto di vista urbanistico”. 

“La seconda partita fondamentale è quella sanitaria. – ha proseguito Galletti – Se vogliamo davvero potenziare i presidi territoriali è necessario incrementare il numero di assunzioni. Quelle attualmente deliberate dalla Regione sono sufficienti solo a coprire i pensionamenti, non a incrementare i servizi. Eppure è questa la priorità: da Piombino a Livorno l’intera provincia soffre per la mancanza di strutture sanitarie adeguate, tanto da essere scivolata al 102esimo posto su 107 province italiane. Anche qui serve un cambio di passo”.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità