Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:49 METEO:PIOMBINO18°20°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 23 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Quota 100, Draghi: «Non sarà rinnovata e puntiamo a un graduale ritorno alla normalità»

Lavoro sabato 11 settembre 2021 ore 09:52

Jsw, "adesso i lavoratori vogliono la verità"

Unione sindacale di base

In vista del Consiglio straordinario sui temi dell'industria, l'Unione sindacale di base teme il ripetersi del copione del 2018 al Metropolitan



PIOMBINO — "Ci auguriamo che non sia una nuova passerella politica con annesse storielle di impegno mai realizzate e rimaste solo sulla carta da parte di Jindal e della politica nazionale e regionale. Lo stesso copione del lontano 2018 sempre al Metropolitan (quando Sajjan Jindal incontrò per la prima volta tutti i lavoratori,ndr)". Parole dell'Unione sindacale di base in vista del Consiglio comunale monotematico che si svolgerà martedì 14 Settembre per discutere delle questioni industriali locali (leggi qui l'articolo collegato).

"Ci aspettiamo impegni certi, anche e soprattutto vista la presenza della vice ministro. - hanno proseguito - Quel giorno parteciperà uno dei responsabili nazionali del settore industria di Usb. Invitiamo i lavoratori ad essere già presenti davanti al Metropolitan dalle ore 12,30 e chi in possesso del Green Pass ad entrare per ascoltare le dichiarazioni di tutti i partecipanti e dei nostri responsabili. Il protagonismo dei lavoratori dovrà essere un segnale importante sia alle istituzioni nazionali, regionali e comunali e all'azienda che non ha ancora investito un euro sulle acciaierie piombinesi". 

A proposito della convocazione del Consiglio di fabbrica dopo l'incontro al Metropolitan "sarebbe bene che anche i lavoratori e tutte le sigle sindacali possano partecipare così da mettere a conoscenza tutti delle decisioni sul futuro della fabbrica, che ricordiamo non riguardano solo i pochi invitati", hanno proposto.

"I lavoratori e le loro famiglie vogliono la verità su quale sarà il futuro lavorativo dentro le acciaierie di Piombino che, ricordiamo, in questi anni sono state dimenticate da tutti. Il tempo delle chiacchiere è finito. - e hanno concluso - Ci voglio investimenti corposi per far ripartire e ammodernare, in senso ambientale, un’acciaieria che è diventata un ferro vecchio non più competitivo ma pericoloso per i lavoratori e per la cittadinanza di Piombino".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Complessivamente saranno 16 le colonnine in 8 diverse postazioni da Riotorto a Salivoli grazie all’intesa tra Comune ed Enel X
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità