comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PIOMBINO
Oggi 22°26° 
Domani 22°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
lunedì 13 luglio 2020
corriere tv
Roma, monopattini mania, arrivano gli steward in pettorina rossa: «Mai in due»

Lavoro martedì 02 giugno 2020 ore 19:01

Jsw, confronto tra Jindal e il ministro Patuanelli

Ingresso dello stabilimento Jsw Steel Italy

Atteso confronto, in videoconferenza, che si rivelerà decisivo per il futuro dello stabilimento siderurgico di Piombino



PIOMBINO — Prevista per il 3 Giugno una videoconferenza tra Sajjan Jindal e il ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli per discutere delle questioni relative allo stabilimento siderurgico di Piombino Jsw Steel Italy. 

Tra gli argomenti in attesa di chiarimenti e risposta ci sono la richiesta di ulteriori 12 mesi per la presentazione del piano industriale per il rilancio dello stabilimento e la valutazione della possibilità dell'ingresso dello Stato nel capitale Jsw (leggi qui sotto gli articoli collegati).

Proprio in vista di questa videoconferenza l'Ugl metalmeccanici auspica posizioni nette che diano certezze al territorio. "Il Governo metta in atto nel più breve tempo possibile un Piano della Siderurgia nazionale. Se, come dice il ministro Patuanelli, la siderurgia è un settore strategico nazionale, che lo dimostri con atti concreti. Piombino deve fare parte, insieme a Taranto, Terni, Genova ed ai più grandi e importanti siti siderurgici nazionali, di un progetto comune con investimenti straordinari e urgenti. - hanno commentato dall'Ugl - Non si devono assolutamente concedere a Jindal, ulteriori 12 mesi per la presentazione del Piano Industriale. Sarebbe una mancanza di rispetto verso tutti i lavoratori e verso una città che deve progettare il proprio futuro. In ragione del fatto che l'emergenza sanitaria ha in qualche modo bloccato la tabella di marcia dell'azienda si potrebbe capire un proroga di 4 mesi, al massimo 6 mesi, alla scadenza dei quali però Jindal deve presentare un Piano industriale dettagliato e finanziato, con tutti gli step cadenzati di ciò che intende fare nel sito siderurgico piombinese. A patto che lo stesso Jindal, in questo periodo inizi finalmente un percorso di smantellamenti e bonifiche per la parte di sua competenza. Non si può più aspettare oltre".

Così, dopo 18 mesi di attesa e 4 di proroga, il Coordinamento Art.1 Camping Cig non intende aspettare oltre convinto che sia arrivato il momento di sfruttare Jindal. "Nessuno ci regalerà nulla se non costruiamo una forte mobilitazione unitaria di cittadini, lavoratori e delle loro organizzazioni", hanno detto dal coordinamento invitando a partecipare all'incontro in programma per il 3 Giugno dalle 9,30 alle 12,30 al piazzale antistante la Sol lungo la strada di ingresso a Piombino.

Come sindacato il 3 Giugno UGLm sarà presente, con una sua rappresentanza, al Presidio indetto dall'Associazione Articolo 1 Camping CIG alla rotonda SOL. Pur non condividendo nel merito alcune posizioni dell'associazione, riteniamo importante essere al fianco di questi lavoratori per dare visibilità alla vertenza Piombinese che è tutt'altro che risolta.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Sport