Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:PIOMBINO12°15°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 04 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Nubifragio nel Messinese, strade allagate e persone intrappolate nelle auto

Attualità venerdì 25 febbraio 2022 ore 16:10

In comune sventola la bandiera ucraina

La bandiera ucraina esposta in municipio

Il sindaco di Piombino: "Vicinanza di tutta la città al suo popolo". Rete Solidale Antirazzista scende in piazza Gramsci contro la guerra in Ucraina



VAL DI CORNIA — "Abbiamo voluto esporre la bandiera ucraina sulla facciata del Palazzo comunale come simbolo della vicinanza di tutta la città al suo popolo", così il sindaco di Piombino Francesco Ferrari è intervenuto in merito agli attacchi di guerra in Ucraina. "L’invasione che stanno subendo da parte della Russia è qualcosa alla quale non ci saremmo mai aspettati di dover assistere, - ha aggiunto - un attacco che non ha e non può avere alcuna giustificazione, una dolorosa ferita nel cuore dell’Europa".

Da giorni infatti la preoccupazione per il conflitto tra Usa e Russia ha raggiunto anche la Val di Cornia. Qui la Rete Solidale Antirazzista ha organizzato una iniziativa pubblica, nel rispetto delle norme anticontagio, dal titolo Pace in Ucraina, contro tutte le guerre.

L'appuntamento è per sabato 26 Febbraio alle ore 16,30 in piazza Gramsci a Piombino. Al momento hanno aderito all'iniziativa a Piombino Anpi, Arci, Associazione A Sinistra, Associazione Fraternità Parola e Vita, Associazione politico-culturale Agorà Progetto Comune Campiglia Marittima, Associazione Rosa Parks Centro culturale protestante Grosseto, Associazione Uniamo Suvereto, Cgil, Circolo interculturale Samarcanda, Croce del Sud Commercio equo solidale, Giovani comunisti, Gruppo Scout Laici Cngei Piombino1, Legambiente, Partito della Rifondazione comunista, Partito Democratico, Presidio G. Ambrosoli Libera contro le mafie, Pubblica Assistenza, Sezione Soci Coop Piombino-Riotorto, Sinistra anticapitalista.

Ad annunciare l'adesione alle iniziativa che saranno organizzate nella zona la Federazione Pd Val di Cornia Elba che in una nota ha condiviso l’appello del segretario Enrico Letta affinché l’Italia condanni senza ambiguità l’attacco all’Ucraina e, insieme agli alleati, reagisca a questa sfida senza precedenti ai principi di libertà e democrazia in Europa.

"Sono giorni difficili per il mondo intero per il conflitto e l'attacco della Russia contro l'Ucraina. Assistere davanti alla tv in modo così rapido un evento di questa portata rimani sbalordito. La storia purtroppo non ci ha insegnato niente", ha commentato Massimo Aurioso coordinatore Udc Piombino val di Cornia.

"No alla guerra! Solidarietà all'Ucraina e al suo popolo", rilanciano dal Comune di San Vincenzo. "Le minacce di guerra della Russia ai danni dell’Ucraina sono purtroppo diventate una drammatica e terribile realtà. Ci troviamo ancora una volta, nella storia, ad assistere alla follia dell’uomo. Speriamo con tutti noi stessi che la diplomazia quanto prima possa mettere fine a questi venti di atrocità. Siamo vicini ed esprimiamo massima solidarietà all’Ucraina, al suo popolo, a tutti i cittadini che in queste ore stanno vivendo un incubo indescrivibile", si legge in un post della pagina Facebook del Comune nel quale si ricorda l'articolo 11 della Costituzione italiana.

"Ciò che sta accadendo in Ucraina deve essere tema e impegno di tutti noi. - ha scritto la sindaca di Campiglia Marittima Alberta Ticciati - Un colpo alla nostra libertà, alla nostra democrazia, a ciò che abbiamo costruito con sacrificio, tempo e fatica attraverso l’Europa. Pace, un concetto ed un valore che oggi viene messo pericolosamente in discussione. Il mondo democratico, responsabile, libero si unisca per dire no all’invasione russa ed alla follia di Putin e per stare convintamente e con coraggio al fianco di chi lotta per la libertà".

“Tornare alla pace per il bene di tutti i popoli”, ha detto la presidente della Provincia di Livorno Marida Bessi dove da questa mattina a Palazzo Granducale è esposta la bandiera della pace. “Le notizie che da stamani si susseguono dall’Ucraina ci lasciano attoniti e sgomenti. Il nostro pensiero va ai civili, alle famiglie, ai bambini che in queste ore vivono nel terrore sotto i missili dell’esercito russo. Come Provincia esprimiamo con forza la nostra contrarietà alla guerra, e auspichiamo che si torni alla ragionevolezza di soluzioni diplomatiche volte a riportare la pace nel territorio ucraino a beneficio di tutti i popoli coinvolti e del mondo intero”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno