Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:56 METEO:PIOMBINO10°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 28 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Variante Omicron, Johnson: «Tampone molecolare e autoisolamento per chi entra in Gran Bretagna»

Attualità venerdì 16 luglio 2021 ore 16:27

Parto in ambulanza, punto nascita a 50 chilometri

Foto di repertorio

La donna residente a Piombino ha partorito con l'aiuto del personale a bordo. A Villamarina i primi controlli necessari, poi trasferita a Cecina



PIOMBINO — Questa mattina una donna residente a Piombino, al terzo figlio, dopo aver chiamato il servizio 118 ha partorito poco dopo essere salita in ambulanza

Il medico a bordo ha scelto di portare madre e neonata all’ospedale Villamarina per controlli. Una volta accertato che entrambe erano in ottima salute è stato deciso il trasferimento in sicurezza, seguendo i protocolli previsti, all’ospedale di Cecina nel reparto di ostetricia e ginecologia. 

All’ospedale di Piombino, ricordiamo, il punto nascita è chiuso da 2 anni in attesa di interventi di adeguamento e ottimizzazione del personale. Da 2 anni a questa parte le donne della Val di Cornia non si recano più all'ospedale Villamarina per partorire, ma devono raggiungere l'ospedale di Cecina a più di 50 chilometri di distanza. 

Nei mesi scorsi è stato presentato un progetto pilota per mettere a sistema gli ospedali di Cecina e Piombino nell'ottica dell'ospedale unico e garantire la possibilità di poter partorire a Villamarina in sicurezza. Il progetto è stato confermato da Regione e Asl (leggi qui l'articolo collegato), ancora non si conoscono le tempistiche di attuazione.

Uno dei timori che da anni segnalano dal Comitato Lasciateci Nascere a Piombino si sono concretizzati. In questo caso fortunatamente tutto è andato per il meglio, la bimba è nata verso le 12 e pesa 3,050 chilogrammi. Ad attenderla all'ospedale di Piombino il dottor Francesco Calonaci e l'ostetrica Valentina Modesti. Effettuati i primi controlli e accertato lo stato di salute di mamma e neonata, le due hanno dovuto affrontare un nuovo viaggio per essere ricoverate come prassi nel reparto di ostetricia e ginecologia dell'ospedale di Cecina, perché ricordiamo a Piombino il punto nascita è ancora chiuso in attesa di interventi concreti.

L'episodio riaccende la richiesta di tempi certi e rapidi per riattivare il reparto dell'ospedale Villamarina a Piombino.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il Prefetto D’Attilio ha firmato due nuovi provvedimenti che riguardano, dopo Livorno, i Comuni di Piombino e Cecina
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità