Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PIOMBINO20°28°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
giovedì 26 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Cos'è la sindrome da long Covid e chi rischia di più?

Politica venerdì 13 maggio 2022 ore 21:12

“No a battaglia per rigassificatore a tutti costi”

L’Unione comunale Pd ha fatto il punto sull’ipotesi rigassificatore nel porto di di Piombino



PIOMBINO — “Non è dato ancora sapere quali saranno le decisioni del Governo in materia e quale sito sarà eventualmente scelto. Ritengo, però, che il Pd di Piombino non debba fare una battaglia per avere il rigassificatore a tutti i costi. Questa rimane una richiesta del governo, nel quale ci sono anche partiti che a livello locale sostengono la giunta Ferrari. Sta al governo, non a noi, spiegare il progetto e chiarire come si superano le difficoltà legate alle particolarità del nostro territorio”, parole dell’Unione comunale Pd rispetto all’ipotesi della massa in funzione di un rigassificatore nel porto di Piombino soprattutto dopo i passi avanti per il progetto a Ravenna.

“È possibile che il porto di Ravenna abbia caratteristiche e strutture migliori del porto di Piombino a questo scopo, oltre ad un contesto ambientale meno complesso e delicato del nostro. A Ravenna si registra, inoltre, un accordo tra le istituzioni ai vari livelli che a Piombino non si è riusciti a costruire”, hanno proseguito.

“In definitiva il rigassificatore non è né un nostro progetto, né una nostra rivendicazione, ma una richiesta che ci è capitata addosso, a causa di una emergenza nazionale. Per cui dico che se il rigassificatore dovesse approdare a Ravenna o su altri lidi, dove crea minore allarme e meno problemi, lo saluteremo senza troppi rimpianti e di certo non lo rincorreremo con i gommoni. È ovvio - hanno aggiunto - che, di fronte ad una imposizione del governo, non potremmo fare altro che chiedere delle compensazioni per il sacrificio imposto al territorio ma non deve essere questo il nostro auspicio né la nostra strategia. Per il resto le nostre idee rimangono le stesse. La nostra priorità, in questa fase, non è il rigassificatore, ma è salvare la nostra produzione siderurgica”.

“Noi stiamo muovendo tutte le nostre risorse per tentare di individuare soluzioni credibili. Spero che anche il sindaco e la maggioranza che lo sostiene nella quale ci sono partiti di governo, come la Lega, che esprimono importanti ministri si stiano muovendo per fare altrettanto”, hanno concluso.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Grazie a una convenzione tra Comune e condominio si risolve l’annoso problema di sicurezza e accessibilità in quel tratto di strada
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica