Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:22 METEO:PIOMBINO19°24°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
sabato 15 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Londra, Kate Middleton e la famiglia reale si affacciano dal balcone di Buckingham Palace

Politica venerdì 16 dicembre 2022 ore 13:47

Siderurgia e diversificazione, stallo da superare

Dall'Unione comunale Pd, Baldassarri ha evidenziato la necessità di sciogliere i dubbi sulle acciaierie e dare nuovo sprint alla diversificazione



PIOMBINO — "Ogni volta che, sui giornali, appaiono notizie relative alla siderurgia piombinese, si riaccendono in città la speranza che si possa arrivare a breve ad una soluzione, almeno per una parte dei 1600 lavoratori ancora in cassa integrazione ed il timore di nuove delusioni. Purtroppo non c'è certezza su nulla", così il segretario dell'Unione comunale Pd Andrea Baldassarri ha commentato le recenti notizie riguardo l’interessamento di Arvedi alle acciaierie di Piombino, ma allo stesso tempo del piano industriale di Jindal per la produzione di rotaie.

"Come cittadini di Piombino dobbiamo chiedere a tutti i nostri rappresentanti ai vari livelli istituzionali di lavorare in sinergia per sollecitare un impegno del governo che è totalmente mancato negli anni scorsi. - ha aggiunto Baldassarri - Per uscire dal pantano è necessario che l'interesse di soggetti privati emerga, che si chiarisca quale assetto societario si configura, quale piano (o piani) industriali, quale risposta occupazionale. Solo il governo nazionale può agire a questo livello, se ritrova una capacità di intervento che non può esaurirsi nell’assegnazione di commesse finalizzate a garantire il galleggiamento e nel rinnovo, purtroppo necessario, degli ammortizzatori sociali di massa. E’ necessario che il governo si ponga come mediatore tra i vari interessi e dia la propria disponibilità ad un intervento diretto, con propri capitali, che garantisca il rispetto degli impegni e affianchi il progetto di bonifica e riqualificazione delle aree".

"È necessario, inoltre, che si guardi oltre al problema della siderurgia, programmando una gigantesca, ma non impossibile, riconversione dell'economia piombinese. - ha evidenziato - Io penso, e sto lavorando perché questa posizione diventi patrimonio condiviso nel mio partito, che il quadro di incertezza che grava sul futuro della siderurgia debba spingerci ad imprimere una nuova energia ai processi di diversificazione. Il tentativo di salvare la siderurgia è necessario ed un partito di sinistra che non difendesse il lavoro degli operai non avrebbe senso di esistere, ma questo deve essere un obiettivo e non può diventare un limite".

"Abbiamo già progetti importanti per le infrastrutture ed il recupero di aree vitali per il processo di diversificazione. È prezioso, in questo senso, il lavoro di programmazione fatto dalla Autorità Portuale. Serve, però, una nuova energia per cogliere, oggi e non domani, le opportunità che ci sono in settori produttivi alternativi all'acciaio, come, ad esempio, la filiera della nautica e quella alimentare dei prodotti ittici e agricoli. In altre parole dobbiamo valorizzare le nostre risorse endogene per spostare il baricentro dell'economia della città dalla siderurgia ad un nuovo settore manifatturiero. Per questo serve che l'amministrazione comunale, principale attore della programmazione dell'economia locale, metta in campo rapporti con le istituzioni e con i produttori, la disponibilità ad accogliere e promuovere i progetti, a creare un ambiente favorevole, fatto di percorsi di formazione, di relazioni con i centri di ricerca, di apertura all'innovazione. Serve un disegno complessivo, una visione di fondo che si ponga, prima di tutto, questo obiettivo. Duole - ha concluso - constatare che chi governa oggi la città non propone niente che gli assomigli. Neanche da lontano. Neanche un po'".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno