Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:18 METEO:PIOMBINO22°23°  QuiNews.net
Qui News valdicornia, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdicornia
domenica 26 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, scontri al corteo No green pass: i manifestanti sfondano il cordone della polizia

Attualità mercoledì 07 luglio 2021 ore 15:01

Piano strutturale, "evitare scempi irreversibili"

Legambiente

Le previsioni contestate da Legambiente in quattro osservazioni riguardano Sterpaia, Fabbricciane, Sant’Albinia e Torre Mozza



PIOMBINO — Legambiente ha presentato osservazioni al Piano Strutturale intercomunale dei comuni di Campiglia Marittima e Piombino. Sono quattro le previsioni contestate: Sterpaia, Fabbricciane, Sant’Albinia e Torre Mozza.

"Su tutti e quattro questi territori si prevedono insediamenti turistici, in aree ambientalmente pregiate e nel caso della Sterpaia addirittura in area boscata, uno dei più importanti e rari boschi planiziali della costa livornese, area a riserva integrale, in cui ora non si può accedere se non per visite guidate e con permessi. - ha precisato Legambiente - La caratteristica di questi insediamenti turistici è la tipologia prettamente estiva che aumenterebbe esponenzialmente il turismo balneare concentrato nei mesi di Luglio e Agosto, andando a ingolfare le già affollate spiagge della Costa est, di Baratti e Torraccia. Abbiamo evidenziato che le analisi, gli studi e le proposte per un turismo sostenibile e competitivo ci sono tutti. Per mesi e a più riprese si sono svolte riunioni con associazioni, categorie, amministratori ed esperti, nell’Osservatorio Turistico di Destinazione Old". 

"Riteniamo opportuno - ha proseguito l'associazione ambientalista - fare sentire anche la nostra voce in questo percorso di programmazione del territorio al fine di evitare scempi irreversibili che compromettono l’immagine di questa parte di costa ad elevata qualità ambientale e paesaggistica, elementi questi che oggi sono il punto di forza attrattiva per un turismo di qualità che siamo stati capaci di costruire nel corso degli ultimi decenni. Un turismo che possiamo inquadrare nel termine di turismo sostenibile con un buon equilibrio tra ambiente e uso parsimonioso del capitale naturale, un modello che, stando ai numeri, i turisti apprezzano".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Protezione civile regionale ha diffuso un codice giallo attivo su tutta la Toscana. Possibili anche colpi di vento e grandinate
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità